Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

U Boot tedeschi durante la II guerra mondiale: realtà e propaganda

Reading Time: 4 minutes

.

livello elementare
.
ARGOMENTO: STORIA NAVALE
PERIODO: XX SECOLO

AREA: GERMANIA
parole chiave: Sommergibili, battaglia dell’Atlantico

 

Ad oltre settant’anni dalla fine della guerra mondiale, nonostante l’apertura e la disponibilità degli archivi storici delle principali marine, le valutazioni sui sommergibili tedeschi e sul loro impegno principale, la Battaglia dell’Atlantico, possono essere, sotto certi aspetti, ancora molto controverse. Tale controversia non riguarda ovviamente gli aspetti tattici ma le implicazioni industriali e propagandistiche della stessa, da parte di ambedue i contendenti, nonché le manipolazioni di carattere politico al riguardo.

Realtà e propaganda
Con l’enorme massa di documentazione oggi disponibile c’è da chiedersi se ragionevolmente qualsiasi delle due parti in lotta abbia mai creduto sino in fondo nel peso determinante della guerra sottomarina per l’esito finale del conflitto e perché il potere nazista, che pur disponeva di sufficienti ed obbiettivi dati di valutazione, abbia continuato a richiedere un tale contributo di risorse e di vite umane alla propria Marina.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è U455-Bundesarchiv_Bild_101II-MW-6434-15_St._Nazaire_U-Boot_einlaufend.jpg

arrivo del sommergibile U 455 a St. Nazaire – archivio federale tedesco

Una valutazione sulla componente subacquea tedesca del periodo dovrebbe spostarsi da un’analisi puramente storico-navale ad una storico-politica, molto più difficile, soggettiva ed ancora in parte carente di opportuni supporti. Dovrebbe essere venuto il momento di abbandonare lo stereotipo della Battaglia dell’Atlantico e della guerra sottomarina in genere, che fu creato, in pieno clima bellico, sull’onda della propaganda e poi, immediatamente dopo il conflitto, rafforzato irrazionalmente in termini emotivi e razionalmente per impedire la completa smobilitazione delle flotte alleate, sfruttando il fatto che non era certamente possibile l’accesso agli archivi e di conseguenza l’attuale massa di documenti. Ci si sarebbe aspettato che la minore emotività ed il progredire delle analisi, anche statistiche, avrebbero portato ad una revisione critica di tale stereotipo ma stranamente si è verificato solo un consolidamento e quasi un tentativo di giustificazione a posteriori dei concetti iniziali.

Voglio sottolineare che la guerra navale tedesca, e quella sottomarina come sua massima espressione (anche se non così inizialmente voluta o pianificata dalla Kriegsmarine), non fu mai considerata un fattore primario di vittoria da parte del regime nazista.

La Marina germanica era considerata un’arma complementare, di supporto e fiancheggiamento della Wermacht e non godeva della sensibilità di Hitler. Inoltre, non disponeva neppure dell’influenza che l’altra arma di appoggio, la Luftwaffe, godeva grazie ad un personaggio politico come Goëring. Di fatto dopo le difficoltà della campagna di Norvegia e dell’operazione Leone Marino (la prevista invasione dell’Inghilterra) la componente subcquea aveva perso ulteriore credito e priorità nelle decisioni politico-militari.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Bundesarchiv_Bild_101II-MW-3956-05A_Frankreich_Lorient_U-107.jpg

U 107

Come è noto Hitler non aveva previsto la complessità (e la durata) di una guerra globale: in tale contesto la Marina era sicuramente in secondo piano e sicuramente si verificò una scarsissima flessibilità tanto nella definizione quanto nel riesame delle priorità. Ciascun’arma, nella scala di priorità assegnata a priori, combatteva una propria guerra, spesso in competizione e non in collaborazione con le altre armi. Il fattore propagandistico diventava fondamentale proprio perché le decisioni di Hitler non erano prese in base a valutazioni obbiettive ma erano giudizi netti, irrevocabili, dovuti a fattori emotivi ed agli effetti di immagine che ne sarebbero derivati.

E’ quindi più che probabile che i vertici della Kriegsmarine abbiano giocato la carta della guerra sottomarina e dei suoi successi, sopravalutati, anche sulle priorità, giocando sul fatto che il Führer mancava di ogni sensibilità navale, e quindi di comprensione delle potenzialità e necessità delle unità di superficie, ed era abbastanza soggiogato dall’immagine degli U-boot e dell’uso propagandistico che se ne poteva fare. Questo spiega d’altronde la costante ascesa, anche politica, dell’ammiraglio Dönitz.  In sintesi, in una certa misura gli U-boot assicurarono quindi alla Kriegsmarine quella visibilità e quelle priorità che altrimenti non avrebbe avuto.

 

Gian Carlo Poddighe 

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE
.

Bibliografia e ricerche 

–  US Naval Institute, Annapolis – Books, articles and publ.
–  IWM – London
–  U-Boot Archives, Sylt (Prof. H. Bredow)
–  National Arch. And Rec. Adm., Washington DC – Rec. U Boats warfare
1939/45
–  Ufficio Storico Marina Militare italiana – Sommergibili in Atlantico
–  Kaaiser Fund.
–  Rower – Axis Submarine Success
–  Rower – Chronology of war at sea
–  Churchill – La 2^ Guerra Mondiale
–  J.P. Mallman Showell – U Boats under the swastika
–  Bekker – The German Navy
–  C. Bekker – Hitler’s naval war
–  K. Dönitz – Ten years and tenti Days
–  Gröner – German Navy 1815/1945 – vol 2
–  H. Bodo – U Boats in action
–  Lohmann and Hildebrand – Kriegsmarine 1939/45
–  Macintyre – The battle of the Atlantic
–  Rossler – The U-Boat
–  Ruge – Sea warfare 1939-45
–  U. Gabler – Construcciòn de Submarinos
–  Preston – Submarines
–  Lucas – La 2^GM vista dai tedeschi
–  R.C. Stern – Tipe VII U-Boats
–  V.E. Tarrant – The U- Boats offensive 1914-1945
–  ONI – Naval German Vessel of WW2
–  Gudmundur Helgason – U-web – U-Boat war 1939/45
–  R. Winklareth Naval Shipbuilders of the world
–  Showell German Navy Handbook

 

 

print
(Visited 537 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

15 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »