Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

Vediamo che tempo fa o farà

Diamo un’occhiata al tempo meteorologico

Meteo facile per tutti: vediamo che tempo fa o farà prossimamente con un insieme di link per aggiornarvi in tempo reale sulle condizioni meteorologiche locali e marine 

  Address: OCEAN4FUTURE

Fukushima: più di un evento sismico

tempo di lettura: 2 minuti
.    

livello medio
.
ARGOMENTO: EMERGENZE AMBIENTALI
PERIODO: XXI SECOLO

AREA: OCEANO PACIFICO
parole chiave: Tsunami, Fukushima, radiation

 

Una data da ricordare: 11 marzo 2011, a seguito di un terremoto di magnitudo 9,0 al largo della costa del Giappone, si innescò uno degli  tsunami dei tempi moderni più devastanti, che colpì duramente la costa giapponese. Rapporti ufficiali affermano che circa 15.891 persone persero la vita, 6.152 rimasero ferite ma molti sono ancora i possibili dispersi.

Questo è stato il terremoto più potente mai registrato in Giappone e il quarto più potente al mondo, almeno da quando è iniziata la tenuta dei record moderni nel 1900. Il sisma fu così intenso intenso da spostare Honshu, l’isola principale del Giappone di circa otto piedi (e l’asse terrestre di tra quattro e dieci pollici).

Il potente tsunami causò inoltre la completa devastazione di tre dei sei reattori nucleari nella struttura di Fukushima Daiichi. Nel novembre 2011, il ministero scientifico giapponese ha riferito che il cesio radioattivo aveva coperto 11.580 miglia quadrate della superficie terrestre del Giappone e scaricato centinaia di tonnellate di rifiuti radioattivi nell’Oceano Pacifico.

Il cesio radioattivo (un metallo alcalino) può contaminare rapidamente un ecosistema e avvelenare l’intera catena alimentare, e questo è stato riscontrato  nei prodotti alimentari giapponesi per un raggio di 200 miglia della struttura di Daiichichi. Il Cesio come altri prodotti di rifiuti radioattivi è bioaccumulativo, il che significa che si accumula in un organismo a un ritmo più velocemente di quanto l’organismo possa eliminarlo. 

Un disastro che sembra aver dimostrato di essere molto peggio di quello di Chernobyl del 1986 in Ucraina. La corsa contro il tempo è per inventare sistemi in grado di rimuovere rapidamente ed in sicurezza i detriti altamente radioattivi dai reattori danneggiati. Sebbene le dichiarazioni ufficiali continuino a sostenere che non vi sia alcun pericolo per le radiazioni, i livelli radioattivi sembrano essere aumentati nel Pacifico fino alle coste occidentali degli Stati Uniti, anche se a livelli non ancora preoccupanti.

Nel novembre 2014, Ken Buesseler, della Woods Hole Oceanographic Institution, affermò: “La mia più grande preoccupazione è ciò che sta accadendo oggi in Giappone e come ciò potrebbe arrivare per la nostra costa. Sappiamo che sta ancora perdendo perché stiamo misurando livelli più alti fuori dal Giappone fino ad oggi. Anche la domanda di base, quanta radioattività è stata rilasciata a Fukushima? Potremmo mai essere in grado di farlo a causa della mancanza di campionamento, in particolare nell’oceano”. Il Japan Times riferì il 25 febbraio 2015, che Cesio e altri rifiuti radioattivi si riversavano dal reattore direttamente nell’oceano e che la società Tepco non stava agendo con successo per ridurre tali perdite. In realtà gli sforzi continuano con l’impiego di sofisticati robot che stanno cercando di intervenire sulle aree più inquinate. 

 

Una situazione grave che continueremo a seguire per il mare, dal mare, con il mare.

 

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE

 

 

Loading

(Visited 2.028 times, 1 visits today)
Share

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

 

Attenzione: È importante ricordare che gli articoli da noi pubblicati riflettono le opinioni e le prospettive degli autori o delle fonti citate, ma non necessariamente quelle di questo portale. E’ convinzione che la diversità di opinioni è ciò che rende il dibattito e la discussione più interessanti, aiutandoci a comprendere tutti gli aspetti della Marittimità

Chi c'é online

12 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia Contemporanea
Storia contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
sviluppi tecnologici
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti di oggi

I più letti in assoluto

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
12 visitatori online
12 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 26 alle 03:45 pm
Mese in corso: 65 alle 05-07--2024 10:16 am
Anno in corso: 120 alle 20-06--2024 08:56 pm
Share
Translate »