Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

Vediamo che tempo fa o farà

Diamo un’occhiata al tempo meteorologico

Meteo facile per tutti: vediamo che tempo fa o farà prossimamente con un insieme di link per aggiornarvi in tempo reale sulle condizioni meteorologiche locali e marine 

  Address: OCEAN4FUTURE

La Luce ed il flash – parte IV di Fabio Carnovale

tempo di lettura: 3 minuti


 Orientamento del flash

4 car14 car 3
Nella macro fotografia il flash potrà essere orientato dall’alto, simulando la luce solare. La mancata angolazione può essere un problema minore nella macro in quanto la sospensione non è in genere molta vista la scarsa quantità d’acqua presente tra il flash ed il soggetto.

4 car 4Un soggetto molto particolare da riprendere a causa dell’incidenza della luce, è la piattissima sogliola; qualora ripresa in macro in modo classico, col flash dall’alto poco angolato, la sogliola non renderà un granché in termini di tridimensionalità. Se ripresa con una luce radente si potrà esaltare la sua pur esigua tridimensionalità rendendola maggiormente visibile (ovviamente questo se non si desidera esaltare la caratteristica capacità di mimetismo di questo animale).

Un’altra importante caratteristica della illuminazione artificiale è quella di poter essere regolata in post produzione: se è presente una dominante verde-azzurra (fatto che avviene molto spesso se il flash non è potentissimo) possono essere recuperati i colori “caldi” tramite la regolazione della temperatura colore, della saturazione e di tutti i parametri modificabili nella post-produzione.

4 car 054 car 06

In alto vediamo come si può facilmente recuperare la tonalità della pelle con una semplice regolazione in post-produzione

Il bilanciamento del bianco
Fiumi di inchiostro sono stati scritti per consigliare questo o quel tipo di bilanciamento del bianco (WB: White Bilance), ma spesso si tende a fare confusione tra fotografia e videoripresa. In quest’ultima vi sono delle esigenze diverse legate al movimento e alla illuminazione che sono ovviamente caratteristiche differenti dalla fotografia. Nella fotografia, utilizzando il formato RAW (formato in cui tutte le informazioni che arrivano sul sensore vengono registrate senza elaborazioni da parte della fotocamera) si può tranquillamente regolare il WB come si vuole essendo comunque presenti tutte le informazioni cromatiche sul sensore. In post produzione si potranno effettuare le regolazioni volute. Se volete comunque avere un’idea da subito del risultato ottenibile, guardando i corrispettivi scatti in JPG,  potete settare la macchina sull’impostazione “Auto” oppure “Luce diurna” oppure “Flash” (come fareste per le foto terrestri eseguite col flash) ignorando per i seguenti motivi la dominante azzurra dello sfondo non raggiunto dal lampeggiatore:

  • non intendiamo assolutamente trasformare il blu dello sfondo in altri colori; il mare è blu e l’acqua che inevitabilmente appare nelle nostre foto rende bene in quel colore;
  • i soggetti illuminati col flash sono resi in una dominante completamente diversa ovvero con la luce calda del flash.

Si può fare anche uso di appositi filtri concepiti per attenuare le dominanti dell’ambiente subacqueo ma non si otterranno comunque buoni risultati se i soggetti non saranno illuminati almeno in minima parte dalle frequenze di colore desiderate, sia che esse vengano dalla superficie (nei primi metri di profondità) sia che esse provengano dal flash.

fine della quarta parte

“La riproduzione anche parziale, la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore.”

Si invita alla lettura del  sito www.fotoevita.net    www.guidafotografiasubacquea.it   e del gruppo Facebook “Guida alla fotografia subacquea”  www.facebook.com/groups/561489460657076/

Testo foto e disegni:    © Fabio Carnovale

Loading

(Visited 223 times, 1 visits today)
Share
0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
2 Commenti
più recente
più vecchio più votato
Inline Feedbacks
vedi tutti i commenti
Claudio Ausari
Ospite
Claudio Ausari
03/06/2016 21:30

Ciao fabio abbiamo fatto un’immersione l’anno scorso a metà luglio con Stefania mensa.ti volevo chiedere a chi potevo rivolgermi per sapere come togliere l’ ossido dalla presa sincro del mio flash sb nikonos 102,devo svitare il tappo di quella presa ma non so che liquido utilizzare,ti ringrazio se potessi dare questa informazione.ciao claudio ausari Bergamo

Fabio
Ospite
05/06/2016 20:18
replicare a  Claudio Ausari

Non ho ben capito l’ossido dov’è. Parli di ossido alla presa sincro (sulla presa del flash?) ma poi sembra che il problema sia svitare il tappo della stessa, che in effetti tende a “saldarsi”. In ogni caso il CRC può fare al caso suo ma ogni tentativo di forzare lo svitamento della ghiera del cavo sul flash si traduce in un danneggiamento irreparabile della presa sul corpo del lampeggiatore. Forse è meglio che lo invii a un centro di riparazioni come FM Fotovideo di Bologna o Micheli a Civitavecchia.
Fabio.

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

 

Attenzione: È importante ricordare che gli articoli da noi pubblicati riflettono le opinioni e le prospettive degli autori o delle fonti citate, ma non necessariamente quelle di questo portale. E’ convinzione che la diversità di opinioni è ciò che rende il dibattito e la discussione più interessanti, aiutandoci a comprendere tutti gli aspetti della Marittimità

Chi c'é online

17 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia contemporanea
Storia Contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
sviluppi tecnologici
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti di oggi

I più letti in assoluto

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
17 visitatori online
17 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 32 alle 12:27 am
Mese in corso: 65 alle 05-07--2024 10:16 am
Anno in corso: 120 alle 20-06--2024 08:56 pm
Share
Translate »
2
0
Cosa ne pensate?x