If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Il Relitto della Bowesfield …  da prua a poppa

Reading Time: 5 minutes

.

livello elementare

.

ARGOMENTO: RELITTI
PERIODO: XIX SECOLO 
AREA: MAR MEDITERRANEO – SICILIA

parole chiave: Bowesfield

 

Dopo averci raccontato la storia della sua identificazione, Vincenzo Striano ci accompagnerà su questo bel relitto dello stretto di Messina. Buona lettura e buona visione.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-02-V.-STRIANO-1024x577.jpg

Foto di Vincenzo Striano

Ed eccoci ora sul relitto del piroscafo Bowesfield. Lo visiteremo da prua a poppa con una raccolta di riprese anche per quest’altro importante e storico relitto dello Stretto di Messina, raccontato come in un’unica  immersione.

Il magico Blu dello Stretto accoglie ed avvolge la nave lungo la caduta del fondale nelle acque antistanti la Chiesa della Madonna della Lettera a Faro  … la discesa inizia lungo il declivio del fondale ghiaioso, in direzione Sud che dopo qualche minuto mi porta a ridosso dell’imponente tagliamare di prua dal lato di sinistra.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-01-V.-STRIANO-1024x577.jpg

Foto di Vincenzo Striano

… dopo aver scavalcato la parte superiore della prua a 32 metri, percorro la coperta scivolando lungo la murata di dritta impreziosita da stupende colorate gorgonie che la ricoprono tutta intorno ai 50 metri … punto decisamente verso il fondo lungo la chiglia insabbiata raggiungendo la prima meta dell’immersione, ai 65 metri: l’asse privo dell’elica e l’enorme timone sovrastato dalla caratteristica ed imponente poppa tonda che oscura ulteriormente tutt’intorno … oltrepassando il gradone sabbioso della conca che accoglie la poppa, mi allontano dalla nave dirigendomi verso l’ipnotico Blu cobalto scendendo di quota per una dozzina di metri fino a riuscire ad inquadrare in una emozionante visione d’insieme, l’intera struttura di poppa della Nave adagiata sul fondale.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-03-A.-PAGANO-683x1024.jpg

Foto di Alessandro Pagano

La corrente laggiù comincia ad allungare i suoi refoli e mantenendomi al riparo della fiancata di dritta, giungo risalendo, alla mezza nave dove entro nel ponte di comando  che pure regala visioni emozionanti, come la vasca da bagno del Comandante Bayley… con attenzione esco dal portello e mi ritrovo di nuovo nel Blu, volteggiando al di sopra delle grandi stive il cui chiarore della sabbia che le ha invase sembra invitarmi ad entrare.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-04-A.-PAGANO-683x1024.jpg

Foto di Alessandro Pagano

Mi fermo in una serie di punti da dove l’ipnotico Blu si stempera in zone d’ombra dove la luce ambiente si spegne nell’oscurità … ed è qui che comincio a svelare con i fari il meraviglioso scenario che la posizione sulla scarpata, esposta ai possenti flussi di marea dello Stretto, ha creato, generando un ricco e colorato strato di bioconcrezione che ricopre tutte le pareti delle stive, rendendole vive e mai morte nell’affondamento del lontano 1892.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-03-V.-STRIANO-1024x577.jpg

Foto di Vincenzo Striano

Mi piace pensare a queste scene come “agli affreschi della Bowesfield”  … tempo di risalire… prima di ripartire inquadro il ponte di comando, tanto spoglio di strutture costruite dall’Uomo quanto ricco di vita marina, risalendo lungo la coperta ed allontanandomi dalla Nave per ammirare di nuovo la prua, questa volta dal lato di dritta, che punta verso la superficie … come sempre un vortice di emozioni e di gioia, un racconto di quella speciale sensazione che si avverte quando dal grigio-azzurro dalle sfumature plumbee ci si lascia indietro la superficie e ci si perde nel blu cobalto di questo Stretto unico …

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-01-A.-PAGANO-COPERTINA-PARTE-2-IMMERSIONE-1024x685.jpg

Foto di Alessandro Pagano

Anche di questo sito, di questo relitto mi sento innamorato … il primo tuffo nello Stretto, nell’estate del 2016 con Salvatore Valletti, in acque cristalline, nella corrente vivace lungo la coperta del Bowesfield, mi fece aprire un mondo magico al quale non saprei più rinunciare …

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-02-A.-PAGANO-1024x685.jpg

Foto di Alessandro Pagano

Il relitto disposto quasi perpendicolarmente alla linea di costa, è esposto alle importanti correnti dello Stretto, la scendente e la montante, per cui è fondamentale farsi accompagnare da guide esperte locali che possono programmare l’immersione nelle condizioni e nei momenti più sicuri e comunque garantire un veloce rientro dei subacquei quando particolari o imprevedibili situazioni, determinino cambiamenti nella colonna d’acqua.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FOTO-SUB-03-V.-STRIANO-1024x577.jpg

Foto di Vincenzo Striano

L’estremità della prua si trova alla profondità di trenta metri, un breve tuffo in configurazione ricreativa deep è possibile scendendo lungo la coperta fino ad essere abbastanza vicini alla plancia di comando che si trova a 45 metri. Effettuando immersioni decompressive si può arrivare alle fiancate ricoperte di gorgonie in direzione della poppa fino ai 50 metri e con miscele adeguate si può raggiungere l’asse dell’elica ed il timone ai 65 metri. Queste ultime immersioni richiedono naturalmente un adeguato addestramento. Ed ora, prima di lasciarvi, come promesso il nostro video, come sempre da prua a poppa … buona visione e a presto con una nuova avventura.

 

Vincenzo Striano 

Foto in anteprima di Vincenzo Striano

 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è UNA-PARTE-DEL-TEAM-ECOSFERA-1.jpg

Non ultimo, una foto di gruppo di una parte del team Ecosfera

Nota
Le ricerche sull’identificazione del relitto sono state effettuate da Domenico Majolino, Vincenzo Agrillo e Lorenzo Deodato con il supporto del team di Ecosfera diving.

 

 

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo
,

PAGINA PRINCIPALE

 

PARTE I
PARTE II

print
(Visited 278 times, 1 visits today)
Share

2 commenti

  1. Domenico Drago Domenico Drago
    16/07/2021    

    Una narrazione visiva inquietante, un sussulto dell’anima e dei sensi, una vibrazione emotiva che induce a vivere un sogno. Gli occhi, la mente e l’anima si fondono tra di loro. Tutto diventa mistero, enigma pathos. Poi una sfera di aria, ti scuote, il muro blu da risalire è infinito e sei costretto ad interrompere le tue emozioni in attesa di rivivere un’altra volta e poi ancora, fin quando avrai la forza di ubriacarti di tanto silenzio! Forse è l’anima che richiede questo spazio infinito e all’anima non si riesce mai di negargli qualcosa! Complimenti Maestro Vincenzo per le tue Poesia di acqua blu!!!!

    • vincenzo striano vincenzo striano
      17/07/2021    

      Grazie Amico fraterno Mimmo Drago per seguirmi nei miei racconti nel Blu, ma sei tu il Maestro della Poesia e della Luce !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

2 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
archeologia
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »