If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Il solstizio di Paolo Giannetti

Reading Time: 3 minutes

livello elementare
.

ARGOMENTO: NAUTICA
PERIODO: na
AREA: na
parole chiave: Nautica, cosmografia, solstizio

Solstice, when the sun reaches its highest or lowest point in the sky at noon, marked by the longest and shortest days … let’s learn more

 
Il solstizio
Nel cammino  del nostro pianeta intorno al Sole esistono due momenti dell’anno in cui la nostra stella, il Sole, raggiunge (nel suo moto apparente) la massima o la minima altezza sull’orizzonte. Nel primo caso lo chiamiamo Solstizio d’Estate, nel secondo Solstizio d’Inverno.

 

Solstizio” deriva dal latino “sol”, (Sole), e “sistere” (sostare, fermarsi). Si tratta del momento in cui il Sole apparentemente si arresta (meglio dire “raggiunge”) il suo punto più alto al mezzodì. Questo è dovuto all’inclinazione dell’asse terrestre rispetto al piano dell’orbita intorno al Sole. Questo determina, durante il corso dell’anno, una durata della notte e del dì diversa da luogo a luogo e variabile di giorno in giorno. Nello scorso 21 dicembre 2018, alle 23:22 ora italiana, l’asse terrestre si è trovato alla massima inclinazione rispetto al piano dell’orbita percorsa annualmente.

Nell’emisfero meridionale il Sole si è trovato nel punto più a Sud ( 23° 26′ 14,44 gradi circa ovvero al tropico del Capricorno) rispetto all’equatore celeste. Per via del moto apparente, le latitudini comprese tra ciascun tropico e il relativo polo non hanno mai il Sole allo zenit (ovvero il punto che congiunge idealmente la volta celeste e il piano terrestre). In realtà, parlando di solstizi, per correttezza, sarebbe più corretto parlare di Solstizio di dicembre o di giugno anziché “d’Inverno” e “d’Estate” data l’inversione delle stagioni dei due Emisferi.

Il Solstizio di dicembre, secondo il calendario gregoriano, non si verifica sempre lo stesso giorno ma può cadere il 20, 21, 22, o anche il 23. Quelli del 20 e 23 sono rari e l’ultimo Solstizio di 23 è stato nel 1903 e il prossimo sarà nel 2303. Nel 2018, abbiamo avuto circa 15 ore di buio (teoricamente tra il tramonto di e l’alba) e 9 ore di luce; è stata effettivamente la “notte più lunga dell’anno” che ha segnato ufficialmente l’inizio dell’inverno. Dal punto di vista percettivo, però, le “giornate”, hanno incominciato ad allungarsi e, con piccoli ma costanti incrementi giornalieri di luce (anticipi del sorgere + ritardi del tramonto del sole), raggiungeranno il culmine al Solstizio d’Estate, intorno al prossimo 21 giugno quando si verificherà il “dì più lungo dell’anno”. Questa è la data che noi dell’Emisfero Nord chiamiamo “Solstizio d’Estate”. Per molte culture il Solstizio è ancora vissuto con particolare spiritualità dato che in questo giorno osserviamo il “dì più lungo dell’anno” e conseguentemente la notte più corta.

Nell’emisfero settentrionale, nel solstizio d’estate, l’asse terrestre si trova alla massima inclinazione rispetto al piano dell’orbita ed il Sole nel punto più a Nord di tutti i 365 giorni dell’anno, precisamente a 23° 26′ 14,44 gradi a Nord dell’equatore celeste, il cosiddetto Tropico del Cancro. Contemporaneamente, ma in maniera diametralmente opposta nell’Emisfero Australe si ha il dì più corto dell’anno perché l’asse terrestre si trova alla massima inclinazione ma opposta rispetto al Sole.

con tempo universale ci si riferisce all’ora di Greenwich

L ‘evento ogni anno ritarda di circa sei ore rispetto all’anno precedente (più precisamente 5 ore 48 minuti e 46 secondi) ma, per convenzione, viene fatto “riallineare forzatamente” ogni 4 anni in corrispondenza dell’anno bisestile, introdotto proprio per evitare la progressiva divergenza delle stagioni con il calendario. Per queste variazioni può capitare che nel nostro emisfero  settentrionale il solstizio di estate in qualche anno possa cadere anche il venti di giugno.

Una curiosità 
Ogni parte del mondo (per fascia di latitudine) sperimenta nei solstizi una durata di luce diversa. Ad esempio, al solstizio d’Estate settentrionale a Thule (la città più settentrionale della Groenlandia) ci saranno ben 24 ore di luce mentre a Port Williams (la città più meridionale del Cile) solo sette.

 

 

 

Paolo Giannetti

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print

(Visited 264 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

2 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
archeologia
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
astronomia e astrofisica
Astronomia e Astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »