Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

che tempo che fa

Per sapere che tempo fa

Per sapere che tempo fa clicca sull'immagine
dati costantemente aggiornati

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Consigli per gli acquisti, ovvero quanto mi costi, mia amata barca? – parte II

Reading Time: 8 minutes

.

livello medio

.

ARGOMENTO: NAUTICA
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: GESTIONE

parole chiave: acquisto, perizia

 

Dopo aver visti i primi adempimenti continuiamo con la documentazione da acquisire. Lo ribadirò più avanti, ma le inadempienze purtroppo si pagano molto care … alla lunga.

TITOLO DI PROPRIETÀ
a. la sentenza;
b. l’atto pubblico:
c. una scrittura privata con firme autenticate, o comunque accertate giudizialmente, registrata e in bollo:
d. una dichiarazione unilaterale di vendita con firma autenticata, registrata e in bollo;
e. la fattura di vendita con firma, per quietanza, del venditore (autenticata, registrata ed in bollo);
f. per unità provenienti da uno dei registri pubblici di uno Stato membro dell’Unione europea, in luogo del titolo di proprietà, è sufficiente presentare il certificato di cancellazione dal registro dello Stato di provenienza ovvero un attestato dell’autorità competente, con validità massima di sei mesi, dal quale risulti avviata la procedura di cancellazione.
Dal certificato di cancellazione o dall’attestato provvisorio devono sempre risultare le generalità del proprietario e gli elementi di individuazione dell’unità.

NOTA: Gli atti di compravendita di unità da diporto stipulati all’estero devo essere debitamente legalizzati e depositati presso un notaio o archivio notarile italiano.

DICHIARAZIONE DI COSTRUZIONE O IMPORTAZIONE (DCI)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è documenti-imbarcazioni-1024x715.jpg

DOCUMENTAZIONE TECNICA:
Per unità munita di marcatura CE
– dichiarazione di conformità UE (per le unità provenienti da uno Stato membro dell’Unione europea, munite di marcatura CE, il certificato di cancellazione dal registro ove l’unità era iscritta, se riportante i dati tecnici, sostituisce dichiarazione di conformità UE);
– per unità non munita di marcatura CE, anche se proveniente da altro Stato membro, o per unità proveniente da Paese terzo costruita, immessa in commercio o messa in servizio in uno degli Stati membri dell’area economica europea (AEE) prima del 16 giugno 1998, o per unità auto costruita: attestazione di idoneità rilasciata da un organismo tecnico notificato/autorizzato con un costo di circa 500/700 euro (Rina, Udicer, etc).

DICHIARAZIONE DI POTENZA DEI MOTORI INSTALLATI A BORDO
Può essere sostituita dal certificato di omologazione, corredato dalla dichiarazione di conformità oppure dal certificato di potenza, rilasciati prima del 10 maggio 2000.

CERTIFICATO DI CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DI PROVENIENZA
Per le imbarcazioni provenienti da uno Stato membro dell’Unione europea, munite di marcatura CE, qualora la legislazione del Paese di provenienza non preveda l’iscrizione nei registri, il certificato di cancellazione è sostituito da apposita dichiarazione del proprietario dell’unità o del suo legale rappresentante.

Attenzione
Legalizzazione
Le firme dei documenti firmati all’estero da autorità estere devono essere legalizzate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane nel Paese estero. Sono esenti dalla legalizzazione della firma gli atti e documenti rilasciati all’estero dalle Nazioni aderenti alla Convenzione dell’Aja del 5.10.1961, a condizione che rechino l’”Apostille” (apposita timbratura quadrata, scritta in lingua francese, attestante l’autenticità del documento e la qualità legale dell’Autorità rilasciante). Ai sensi della Convenzione di Bruxelles del 25.05.1987 è soppressa ogni forma di legalizzazione degli atti, o qualsiasi altra formalità equivalente o analoga, fra Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Lettonia e Italia (Stati finora aderenti).
Traduzione
Ai documenti suddetti, redatti in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale (elenco traduttori presso la cancelleria del Tribunale traduzione giurata presso il Tribunale.

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
Ai sensi dell’art.46 del DPR 11°445/2000:
– resa dal proprietario (o da ciascun comproprietario), se persona fisica, ed attestante la cittadinanza, la residenza, lo stato civile ed il regime patrimoniale dei beni;
– resa dal legale rappresentante, se il proprietario è persona giuridica, ed attestante i dati risultanti dal Registro delle Persone Giuridiche ovvero, se trattasi di società, dal Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio I.A.A;

NOTA: Gli stranieri e le società estere, se non hanno domicilio in Italia, devono eleggerlo presso l’autorità consolare dello Stato al quale appartengono nei modi e nelle forme previsti dalla legislazione dello Stato
stesso o presso un proprio rappresentante che abbia domicilio in Italia.

COPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITÀ DEL PROPRIETARIO O DI CIASCUN COMPROPRIETARIO, SE PERSONA FISICA, O DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DEL PROPRIETARIO, SE PERSONA GIURIDICA.

In conclusione, oltre alle spese del costo d’acquisto della barca, bisogna quasi sempre prevedere un ulteriore costo che oscilla tra i 5.000 e i 10.000 euro per diventare Armatore, apportando anche piccole migliorie spesso indispensabili per navigare, in sicurezza.

Per l’esame documentale si consiglia di controllare con attenzione la corrispondenza della targa, dell’HIN “Numero di identificazione dello scafo” per le barche marcate CE, della matricola motore, la validità del certificato di sicurezza. I gravami saranno da richiedere all’autorità marittima.
Verificare:
– che non vi siano pendenze con la marina dove risiede la barca;
– le dotazioni di sicurezza e le loro scadenze;
– che l’Iva sia stata pagata (barca in leasing o di società commerciale);
– la licenza di navigazione.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è document-da-verificare.png

Considerate che ci sono sanzioni in assenza di:
– Annotazioni e certificato di sicurezza/Rina;

– Navigazione con certificato di sicurezza scaduto di validità o mancanza di rinnovo. Art. 26 del D.Lgs 18.07.2005 n. 171 – Artt. 50 e 51 del D.M. 29.07.2008, n. 146 Sanzione amministrativa da 207 € a 1.033 € (Art. 53, 3° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171). P.M.R. pari a 344,33 €;

– Licenza d’esercizio VHF
Navigazione senza la licenza provvisoria di esercizio, riferita all’apparato radiotelefonico di bordo. Art. 29, 6° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171  Sanzione amministrativa da 207 € a 1.033 € (Art. 53, 2° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171). P.M.R. pari a 344,33 €;

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è zattera-di-salvataggio.jpg

– Zattera
Navigare senza avere a bordo i mezzi di salvataggio individuali e collettivi e le dotazioni di sicurezza minimi indicati nell’Allegato V in relazione alla navigazione effettivamente svolta. Art. 54, 1° comma, del D.M. 29.07.2008, n. 146 – Allegato “V” al Regolamento Sanzione amministrativa da 207 € a 1.033 € (Art. 53, 3° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171). P.M.R. pari a 344,33 €. E’ previsto un eventuale sequestro se in pessimo stato (Art. 13 della Legge 689/81);

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è estintore-2-kg-nautico-per-barca-rina-dotazioni-bordo.jpg

Estintori
Inosservanza delle prescrizioni sugli estintori di bordo per unità senza marcatura CE (NATANTI). Art. 54 del D.M. 29.07.2008, n. 146 – Allegato “V” al Regolamento + Tabella 1 Sanzione amministrativa da 207 € a 1.033 € (Art. 53, 3° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171). P.M.R. pari a 344,33 € Previsto eventuale sequestro: SI (se in pessimo stato (Art. 13 della Legg 689/81);

Assicurazione
Navigazione o sosta con unità da diporto senza aver assolto all’obbligo dell’assicurazione RC. Art. 41, 1° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171 – Art. 123 D.lgs 07.09.2005 n. 209 – Art. 193, comma 2, del C.d.S. – Regolamento ISVAP N. 13 del 06.02.2008 si incorre in una sanzione amministrativa da 779 € a 3.119 € (Art. 193, comma 2 ). P.M.R. pari a 1039,66 €.  La pena è ridotta a € 259,91 se resa operante comunque dal 16° al 30° giorno dopo la scadenza. Pagamento a seconda delle procedure di riscossione delle sanzioni del Codice della Strada (*) – Rapporto L. 689/81 alla Capitaneria di Porto. Previsto eventuale sequestro: SI (Artt. 13, 3° comma, e 20, 4° comma, Legge 689/81). 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è salvagente-anulare.jpg

Salvagente anulare e dotazioni di sicurezza obbligatorie
Navigazione con salvagente anulare e a ferro di cavallo senza le 4 strisce retroriflettenti, o senza la marcatura. Art. 54 del D.M. 29.07.2008, n. 146 – Allegato “V” al Regolamento – Artt. 4 e 5 del D.M. 29.09.1999 nr. 385 Sanzione amministrativa da 207 € a 1.033 € (Art. 53, 3° comma, del D.Lgs 18.07.2005 n. 171). P.M.R. pari a 344,33 €.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è registro-barche-da-diposrto.png

L’IMPORTANZA DELLA PERIZIA
Il servizio di perizia non consiste nel semplice commercio di beni che vengono pagati al fornitore in 60, 90 giorni, ma sono prestazioni professionali che iniziano e per le quali si comincia a spendere tempo e denaro al momento del conferimento dell’incarico. Pertanto, di norma, non vengono accettati pagamenti protratti nel tempo o altre formule. Di regola anticipo al conferimento dell’incarico e saldo alla consegna della relazione peritale. Vige la nota formula: No cash No splash! Come molti cantieri di rimessaggio usano ripetere.

I costi per una perizia standard pre-acquisto vanno di media da 50 a 80 euro a mt lineare, escluse eventuali spese di trasferta. Per barche di medie dimensioni (9/10-14/15 mt) una perizia standard (con controllo strumentale su invaso umidità e check completo secondo lo schema e la metodologia del perito e la prova a mare in mezza giornata) oscilla nella media tra un minimo di 5/600 euro a 900-1000 euro. Ovviamente il tutto comprensivo di relazione e foto ed escluse indagini specifiche. Ulteriori indagini (ultrasuoni, termografia, e diverse altre indagini strumentali) hanno generalmente una tariffa aggiuntiva, come anche specifiche richieste e indagini di dettaglio.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Marine-Technician-3.png

Non è semplice scegliere un perito, un tecnico sbagliato equivale a non aver fatto la perizia. Esperienza e serietà sono alla base della scelta. Lavorare con i grandi broker sicuramente è un valore aggiunto. Essere iscritto all’albo dei periti ed esperti della Camera di Commercio è la condizione necessaria e se con la qualifica di ingegnere o architetto ancora di più. Non è detto che un perito debba per forza trovare un difetto per essere un buon tecnico, come anche sottolineare troppo le piccole difformità per poi dichiarare che sono insignificanti.

I modi per trovare un perito sono tanti ma solo pochi periti, rispetto alla massa (in Italia ci sono 45 camere di commercio e due ordini professionali tra Ingegneri e Architetti) sono veramente validi. Questi professionisti hanno investito preparazione, tempo, denaro e tanti sacrifici. Le visite effettuate sono da intendersi limitate alle sole zone fisicamente accessibili dell’imbarcazione che vengono esaminate esclusivamente “a vista”, pertanto l’ispezione seppur accurata, effettuata con la massima cura ed in buona fede, non può quasi mai garantire la conoscenza della totalità delle anomalie o difformità presenti sull’imbarcazione al momento dell’ispezione. Zone inaccessibili, ricoperte, o non visibili (dietro fodere in tessuto o legno, sotto i celetti delle cabine, sotto pagliolati inamovibili ecc.) durante le visite non distruttive non si possono quindi valutare.

Attenzione
La relazione tecnica non può escludere completamente l’esistenza di difetti, danni isolati o deterioramenti presenti e ne garantire contro errati disegni di costruzione, difetti occulti o latenti. La relazione rappresenta esclusivamente lo stato di fatto e le condizioni generali dell’imbarcazione alla data della perizia, essa è un imparziale opinione sottoscritta e non può essere considerata una garanzia ne esplicita ne implicita, né può certificare la funzionalità e il mantenimento nel tempo delle singole voci. La relazione peritale non comprende nessuna garanzia, riguardo il proprietario dell’imbarcazione o altre garanzie riguardanti lo stato ipotecario, oneri o debiti gravanti sull’imbarcazione.

CONSIDERAZIONI FINALI
… Evviva le navi! Con il loro ansimare, scuotere e sospirare; con il loro gioire delle carezze delle onde, con il loro godere nell’amplesso del mare, le navi sono a misura d’uomo. Teniamole in vita come una prova d’amore. Usiamole per far felici gli ultimi romantici. Usiamole per salvare i depressi “ (Tiziano Terzani)
Un perito non può solo essere un esperto tecnico ma deve anche saper navigare ( o aver navigato ) e conoscere l’oggetto in uso che valuta. Deve saper come regolare le vele, come stare al timone, come manovrare, come affrontare il mare nelle diverse situazioni per saper scegliere e decidere. La barca è principalmente un “mezzo” che oltre ad essere tecnicamente adatto e servire per navigare, rappresenta anche lo stile di vita e la cultura del proprio armatore. Un buon perito è certamente un consulente a tutto campo, dalla primaria valutazione della bontà dell’acquisto fino alle esigenze personali e limiti soggettivi di ogni singolo armatore, passando attraverso l’imparzialità e la conseguenza logica e analitica delle proprie deduzioni.

… Sempre la pratica deve essere edificata sopra la bona teoria. La semplicità è l’ultima sofisticazione …” ( Leonardo Da Vinci )
In tutti i casi si tratta della ricerca del perfetto equilibrio fra qualità tecniche, esperienza pratica e cultura del mare che non accetta molte semplificazioni o mezze misure in quanto il mare non è mai cambiato nei secoli pur senza essere mai lo stesso, nonostante il nostro tentativo di
utilizzarlo, dominarlo, goderlo o semplicemente attraversarli

Sacha Giannini

.

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo
,

PAGINA PRINCIPALE
.

PARTE I
PARTE II

print

(Visited 327 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

23 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »