If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Onde gigantesche e mascaret, fenomeni curiosi del mare

Reading Time: 6 minutes

 

livello elementare

.

ARGOMENTO: OCEANOGRAFIA
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: DIDATTICA

parole chiave: onde, maree
.

L’onda perfetta
Situato sulla costa a metà strada tra Lisbona e Porto, troviamo il villaggio di Nazarè, fino a poco tempo fa pressoché sconosciuto. Negli ultimi anni, però, c’è stato un aumento del 30% nel settore turistico grazie alle prestazioni sportive di un uomo che ha saputo cavalcare con il surf l’onda più alta mai provata prima.
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è nazare-surf.png

Parliamo dell’anno 2011, la gigantesca onda atlantica era alta tra i 23 ed i 30 metri, e il surfista era Garrett McNamara, uno dei migliori del mondo che grazie a lei è entrato nel Guinness dei Primati. Inutile dire che da quel giorno surfisti professionisti e turisti da tutto il mondo si sono riversati nel piccolo villaggio portoghese per sfidare quelle onde impossibili. Dal 2016 si tiene il Nazarè Tow Challenge, un campionato mondiale di surf estremo che, ha una caratteristica: dura solo un giorno, tra ottobre e marzo, dipendendo dalle condizioni del mare.

Ma perché vi si formano queste onde, considerate le più alte del mondo?
La ragione di queste enormi onde non risiede solo dai forti venti atlantici invernali, che alzano il mare che può godere di un notevole fetch ma, principalmente, a causa della presenza di un grande canyon sottomarino, lungo circa 200 km e profondo 5.000 metri, che incanala l’acqua come se fosse un imbuto, formando di conseguenza dei treni di onde altissime nel suo punto finale. Ma non solo … esiste anche una forte corrente meridionale.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è nazare-canyon.png

Le due direzioni delle onde formano quindi un angolo che amplifica questo fenomeno. Questa incredibile forza della natura si scatena in un tratto di spiaggia chiamato Praya do Norte ma il punto migliore per osservare questo fenomeno dall’alto è Farol de Nazaré, che si trova sul promontorio di Sitio.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è generazione-dellonda-a-nazaret-1024x683.jpg

Farol de Nazaré, che si trova sul promontorio di Sitio

Nelle vicinanze puoi anche trovare Forte Miguel Arcanjo, che ospita un piccolo museo del surf con le tavole da surf dei surfisti più famosi, oltre ad esporre alcune foto incredibili. Poco più in basso c’è Praya da Nazarè, una spiaggia molto più tranquilla e vivibile. In estate è popolato da persone provenienti da tutto il mondo in vacanza e offre la possibilità di dedicarsi a diverse attività acquatiche come la pesca, immersioni ed escursioni in barca a vela, oltre a surf a livello amatoriale (è disponibile una scuola di surf che offre lezioni per bambini piccoli ad adulti di mezza età).

Nazarè offre anche la possibilità di visitare molti altri luoghi affascinanti a cominciare dalla chiesa barocca Nossa Senhora da Nazarè che ospita un’antica statua della Vergine che si ritiene sia stata scolpita a Nazareth, dando così il nome alla città. Lungo la costa di Sitio sono presenti numerosi punti panoramici che danno la possibilità di ammirare lo splendido scenario da diverse posizioni. Avrai anche l’opportunità di respirare il passato del villaggio di pescatori che emerge dalle vecchie case dei pescatori e dalle piccole barche di legno dei pescatori che aggiungono qualcosa di speciale all’atmosfera. Può capitare di imbattersi in donne anziane, vestite con addosso sette gonne, una sopra l’altra, una tradizione antica che voleva significare una gonna per quanti i giorni in cui aspettavano il ritorno dei loro mariti.

Onde di marea straordinarie
Un altro fenomeno ondoso particolare si osserva a Saint-Pardon à Vayres, un piccolo paese della Francia situato nel dipartimento della Gironda, sulle rive del fiume Dordogna.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è en-images-en-gironde-ils-ont-surfe-le-mascaret-de-noel-a-saint-pardon.png

mascaret di Natale a Saint-Pardon à Vayres

Saint-Pardon è un paesino molto grazioso, come ce ne sono molti sulla costiera atlantica francese, lungo il fiume Dordogna. Cosa ha di particolare? A causa delle forti maree vi accade un fenomeno curioso, che attira in particolari periodi molti turisti, sia per la spettacolarità sia per a possibilità di fare surf in un fiume, lontano dal mare.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mascaret-saint-pardon.jpg

la risalita dell’onda sulla Dordogna

È proprio qui, infatti, che si crea un’insolita onda che prende il nome di “Mascaret“. Si tratta di un’onda di marea che penetra e risale lungo il fiume per molti chilometri. Il fenomeno si manifesta durante l’alta marea, quando un’onda si genera alla foce del fiume e risale il fiume ad una velocità piuttosto sostenuta.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è deux-adeptes-du-foil-fin-aout-sur-le-spot-de-saint-pardon.jpg

all’occorrenza del fenomeno molti si improvvisano surfisti su quelle strane onde

Il fenomeno, chiamato in italiano mascheretto, si forma quando una grande massa d’acqua marina si dirige verso l’estuario del fiume (spinta dalla marea) e lo risale contrastando il flusso naturale del fiume. Quando la velocità dell’onda di flusso rallenta fino a muoversi, più lentamente della corrente del fiume, si viene a creare bruscamente un fronte turbolento che può assumere grande violenza. Questo fenomeno può aumentare in presenza di forti venti o in particolari condizioni (fasi lunari).

Il Mascaret si verifica in altri Paesi del mondo come nel fiume Severn in Gran Bretagna, sull’Elba in Germania, nel Rio delle Amazzoni (dove viene chiamato Pororoca) e nella baia di Fundy, in Canada, dove si registrano le maree più alte del mondo.

La caratteristica comune a tutte queste località è che il fiume sfocia in mare con un delta (ad imbuto), risultando a volte molto pericoloso per la navigazione.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è qiantang-river-tide-768-4.jpg

la grande onda di marea sul fiume Qiantang

Anche in Cina, ogni anno, nella baia di Hangzhou, sulla foce del fiume Qiantang (Drago d’argento), enormi onde marine risalgono il fiume per infrangersi contro gli argini del fiume stesso. Queste onde di ritorno assumono dimensioni impressionanti, talvolta dalla forma di un vero e proprio muro di acqua, altre volte come schiuma turbolenta. Esse possono toccare diversi metri d’altezza (un palazzo di due piani) ed una velocità di oltre 20 nodi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marea-qiantag-1.png

l’onda di marea di Qiantang

Il fenomeno, noto da centinaia di anni, si verifica a partire dal diciottesimo giorno dell’ottavo mese lunare cinese, quando la Luna è piena e l’attrazione gravitazionale che esercita sulla Terra è massima, provocando così maree particolarmente intense. Dura circa una settimana e attrae ogni anno migliaia di turisti, fotografi e … naturalmente surfisti!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Qiantang.png

la marea di Qiantang miete vittime ogni anno. Per richiamare il pericolo, lungo gli argini sono stati messi dei manichini …

Come tutti i fenomeni naturali va osservato con prudenza e non sottovalutato, come invece purtroppo accadde nel 1993, quando provocò la morte di circa 60 persone. Negli ultimi anni, sono stati messi alcuni manichini vicino agli argini per mostrare ai curiosi che fine potrebbero fare, se si avvicinassero troppo. Non sempre funziona.

Cieli sereni e onde … favorevoli

Paolo Giannetti

 

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo
,

PAGINA PRINCIPALE

print

(Visited 100 times, 2 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

9 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
archeologia
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »