Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

che tempo che fa

Per sapere che tempo fa

Per sapere che tempo fa clicca sull'immagine
dati costantemente aggiornati

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Lo sviluppo dei Swimmer Delivery Vehicle (SDV) nel dopo guerra (CINA) – parte IV

Reading Time: 3 minutes

.
livello elementare
.

ARGOMENTO: MARINE MILITARI
PERIODO: XX-XXI SECOLO
AREA: SUBACQUEA
parole chiave: mezzi trasportatori
.

CINA
Le informazioni sui mezzi cinesi sono frammentarie. E’ probabile che abbiano inizialmente attinto, almeno concettualmente, dai mezzi sovietici. La Cina nel tempo sviluppò un suo DPV per subacqueo singolo, basato su un corpo torpedine leggero con serbatoi di zavorra esterni e semplici comandi sul manubrio nella parte anteriore. A similitudine dei mezzi russi, il sommozzatore giaceva al di sopra del mezzo, avvalendosi di una strumentazione minima. Il mezzo poteva raggiungere una velocità massima inferiore a 3 kts.  Sembrerebbe che, a causa delle sue limitate prestazioni, il mezzo di fatto non entrò mai in servizio.

Nel campo dei Diver Propulsion Device cinesi sono noti i seguenti apparati, di fatto spesso copie di mezzi esistenti sul mercato:

WRY 001 A: copia del SOM 1 russo 

QJY-001: copia cinese dell’American Stidd Diver Propulsion Device (DPD).

QJY-003: derivato dal precedente QJY-001, il QJY-003 differisce significativamente dall’originale American Stidd Diver Propulsion Device (DPD). Nel complesso sembrerebbe essere uno tentativo di produrre un prodotto più economico rispetto allo Stidd, sfruttando componenti alternativi. Viene commercializzato come un veicolo di polizia/paramilitare. 

QY 18 e QY 40: DPV cinese, un mezzo molto simile alla serie italiana SUEX Xjoy.

  lunghezza peso
Kg
diametro medio
max in mm
autonomia
minuti
velocità profondità operativa
mt
QY 18 0,80 m 20  230/320  60′ 2 Kts 20
QY 40 1,20 40 230/320 150′ 2 Kts 40 

QX 50: DPV simile agli scooter Farallon e QX 50 Twin: un doppio QX 50 assemblato su una piattaforma normalmente associata al Farallon Mk. 8. La piattaforma consente il trasporto di un terzo operatore o un carico utile maggiore a bassa velocità.

SDV
Le fonti internazionali riportano la costruzione di un midget nel 1980-82 presso il cantiere navale di Wuhan, somigliante, almeno esternamente, al design italiano Cos.Mo.S SX404. Il mezzo  avrebbe potuto forse rilasciare i SOF tramite i tubi a siluro. Ne furono costruiti almeno quattro e potrebbero essere ancora in uso. 

Recentemente sono apparsi sui media cinesi notizie in merito alla modifica del sottomarini nucleari classe Shang type 093 i cui ultimi battelli avranno un Dry Deck Shelter (DDS) per SDV. Le informazioni sono però ancora scarse.

Il Jane ritiene che l’hangar potrebbe ospitare circa i 2/3 della lunghezza di un SDV simile agli US Mk VIII statunitensi, e questo fa pensare che lo shelter potrebbe rimanere allagato anche quando il battello è ancorato. Un’ipotesi potrebbe anche essere che si trattino di alloggiamenti per una nuova classe di UUV (mezzi subacquei senza pilota). Ci si domanda da chi i Cinesi potrebbero acquistare questi SDV. Saranno in grado di costruirseli in casa?

fine parte IV

 

le immagini, se non specificato, sono estratte da Covert shores

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE
.

PARTE I
PARTE II
PARTE III
PARTE IV
PARTE V

print
(Visited 217 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

26 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »