Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

che tempo che fa

Per sapere che tempo fa

Per sapere che tempo fa clicca sull'immagine
dati costantemente aggiornati

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

  Address: OCEAN4FUTURE

CONFITARMA 2023: L’importanza di navigare tutti insieme per contrastare le sfide marittime del III millennio

tempo di lettura: 6 minuti

.
livello elementare
.
ARGOMENTO: POLITICA MARITTIMA
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: ARMATORIA
parole chiave: CONFITARMA
.

Si è svolto il 27 ottobre 2023 presso l’Auditorium della Tecnica di Confindustria, Roma, l’Assemblea pubblica di CONFITARMA, presieduta dal Presidente Mario Mattioli con la partecipazione di numerosi attori del mondo imprenditoriale, politico e militare. L’assemblea, da anni sempre organizzata con grande attenzione e professionalità dal dottor Luca Sisto, è stata aperta da un significativo messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che è stato seguito dai messaggi di numerose autorità politiche dalle quali si è dedotta una piena sintonia con il mondo imprenditoriale del mare, un settore da proteggere e ascoltare non solo per la sua importanza storica nella cultura e progresso del nostro Paese ma per la sua visione proiettata sempre più verso il futuro.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_102721-1024x768.jpg

Non poteva iniziare meglio ovvero con l’ingresso dei musicisti della Banda della Marina Militare che hanno accolto e coinvolto tutti gli ospiti con le note dell’inno nazionale suonato dalla Banda della Marina Militare Italiana diretta dal Capitano di Vascello Maestro Barbagallo.

Un appuntamento annuale e di grande spessore informativo
La relazione del Presidente di CONFITARMA è stata preceduta dalle autorità politiche che hanno tutte assicurato la volontà di proseguire e sostenere gli sforzi del Settore marittimo che ha dimostrato di possedere un battito vitale che alimenta un’intera economia, grazie ad una flotta diversificata, vitale per tutto il Paese, armata da equipaggi tradizionalmente preparati e sempre più specializzati. Una realtà pulsante che il Governo, come dichiarato dal Vice Presidente della Camera dei Deputati, Fabio Rampelli, ha riconosciuto nella sua importanza con una serie di azioni e provvedimenti per il mare, non ultimo la creazione del Comitato interministeriale di coordinamento delle politiche del mare (CIPOM), con il compito di assicurare il coordinamento e la definizione degli indirizzi strategici delle politiche del mare.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_103547-1024x759.jpg

l’intervento del ministro Nello Musumeci, Ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare

Il ministro Nello Musumeci, Ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, ha ribadito l’importanza di CONFITARMA che interpreta attraverso gli Armatori lo sviluppo economico con cui c’è la necessità di mantenere (Governo e CONFITARMA) una collaborazione ed un dialogo per le politiche del mare, nella comune convinzione che “siamo un Paese marittimo”. C’è quindi la necessità di promuovere sin dalle scuole primarie un approccio diverso verso il mare.

Un proposito che, come OCEAN4FUTURE appoggiamo pienamente, dopo la delusione dei Governi precedenti che, dopo tante promesse, avevano bloccato le nostre proposte di effettuare a costo zero corsi di educazione ambientale per l’Ambiente Marino ed esaltare la marittimità.

In breve, il Ministro ha sottolineato la necessità di riportare il timone al centro e mitigare gli effetti negativi legati alle inique politiche europee che hanno colpito settori strategici come la pesca e tutto il settore armatoriale. A seguire il ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin che ha affermato che l’obiettivo debba essere coltivare tutte le opportunità con un occhio alla sostenibilità ed alla decarbonizzazione, mantenendo la competitività del nostro Paese.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_105408-1024x768.jpg

il ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin

E sulla competitività ha fatto eco il Ministro Urso, Ministro delle imprese e del made in Italy, ricordando come l’economia del mare sia uno dei settori in cui bisogna investire (NdR. l’altro è l’industria per lo sviluppo di tecnologie per la colonizzazione dello spazio). Opinioni sull’importanza del mare per il nostro Paese condivise dai Vice Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi e dell’Economia e delle Finanze Maurizio Leo.

Ai commenti del mondo politico sono seguiti quelli del mondo militare, dal generale Goretti, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, che ha sottolineato come l’Italia sia una portaerei europea nel Mediterraneo e come l’Arma aeronautica sia a disposizione con i suoi mezzi, in primis i droni per il controllo coordinato con le altre Forze Armate delle rotte marittime. Compito che, il colonnello Maggiore, comandante del Centro Navale della Guardia di Finanza di Formia, ha voluto rafforzare, significando l’importanza di contribuire tutti per la sicurezza marittima costiera.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_113326-1024x728.jpg

Ammiraglio CP Nicola Carlone, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera

L’Ammiraglio CP Nicola Carlone, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, ha quindi fornito un approfondito rapporto sulle attività svolte ed in programma del Corpo delle Capitanerie di Porto che può essere sintetizzato con SICUREZZA e SOSTENIBILITA’ con uno sforzo verso la DIGITALIZZAZIONE e SEMPLIFICAZIONE. In merito alla DIGITALIZZAZIONE, secondo uno studio EU, si potrebbero risparmiare da 22 a 25 milioni di ore di lavoro ovvero circa 700 milioni di euro.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_113150-1024x728.jpg

La SEMPLIFICAZIONE prevedrebbe l’affidamento a Organismi Riconosciuti (RO) per il rilascio dei certificati e documenti che una nave deve possedere che, in futuro, saranno emessi in formato digitale. Questo rientra nella EMSWE, European Maritime Single Windows Environment, inteso non solo alla digitalizzazione e armonizzazione delle regole ma alla loro semplificazione.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_114115-1024x687.jpg

Il Capo di Stato Maggiore della marina militare italiana, ammiraglio di squadra Enrico Credendino

Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Enrico Credendino ha quindi approfondito e sottolineato il rapporto imprescindibile tra la Marina Militare italiana e le società armatoriali in un Mediterraneo allargato che va ben oltre le aree di interesse e competenza nazionali dove, aggiungo, solo le unità della marina possono spingersi ed operare per assicurare la libertà e la sicurezza delle nostre unità mercantili.

A seguire i messaggi del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale degli Esteri Antonio Tajani che ha richiamato la necessità di un approccio a 360° in un mondo caratterizzato da un’instabilità crescente. Instabilità che il Presidente della CEI Matteo Maria Cardinal Zuppi ha richiamato nella sua gravità sottolineando come il mare debba essere un simbolo di unione fra i popoli.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è A-CONFITARMA-2023-20231027_115336-1024x768.jpg

il presidente di CONFITARMA Mario Mattioli presenta il rapporto 2023 di CONFITARMA

Il rapporto annuale di CONFITARMA

Dopo tanti autorevoli interventi il presidente di CONFITARMA Mario Mattioli ha offerto un’articolata e ricca relazione da cui è emersa la complessità di un settore strategico e internazionalizzato come lo shipping, chiedendo alle Istituzioni di ascoltarne l’industria.
Per:
Comprenderne le istanze e sostenere le sue imprese affinché possano continuare a competere nei mari del mondo.
Accompagnarla nella rotta verso la decarbonizzazione con strumenti che tengano conto delle sue peculiarità.
Coinvolgerla ancor più attivamente nei tavoli e nei processi istituzionali che interessano il settore.
Promuoverne le opportunità di lavoro e l’accesso alle professioni che continua ad offrire.
Riconoscerne la specialità e il valore – al pari delle altre modalità – quale risorsa industriale ed economica per il Paese”.

Secondo Mattioli, non poteva essere scelto un titolo migliore per questo importante evento “Ambasciatori della marittimità italiana” in un viaggio condiviso, finalizzato a valorizzare il mare come risorsa per l’Italia. Una volontà condivisa a livello politico in quanto anche il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, solo qualche settimana fa, ha dichiarato come “l’Italia è la nostra Nave più bella e tutti insieme siamo parte integrante dell’equipaggio che ogni giorno naviga i mari del mondo”.
Infine, ha voluto sottolineare come tutti gli armatori si riconoscano ambasciatori di un Paese che è davvero marittimo. “Come le nostre imprese e le nostre navi, con orgoglio, portano l’Italia nel mondo, così noi, tutti insieme, dobbiamo essere artefici di un Paese che vive di mare e che con il mare diventa grande”.

A concludere i lavori un intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini che ha ribadito l’importanza del mare e di avere un approccio pragmatico per il futuro.

In sintesi, è stata un’eccellente occasione di confronto che ha visto il mondo politico e armatoriale allineato per le non poche sfide del futuro non solo da un aspetto geopolitico ma anche di competitività in un ambiente internazionale in cui le regole non sono ancora universali. Se da un lato ci sono attenzioni per un mondo sempre più “verde”, con minori emissioni, dall’altro esistono Paesi che non osservano determinati limiti per cui alcune compagnie estere, un tempo clienti della nostra rete portuale, preferiscono dirigersi verso aree che richiedono meno restrizioni. L’altra faccia di una medaglia che danneggia il nostro Paese e che solo con un’armonizzazione delle regole comune potrà forse essere superata.

Andrea Mucedola

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

Loading

(Visited 97 times, 1 visits today)
Share
5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
vedi tutti i commenti

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

Chi c'é online

1 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
1 visitatori online
1 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 15 alle 12:00 am
Mese in corso: 27 alle 01-03--2024 02:29 pm
Anno in corso: 53 alle 07-02--2024 03:01 am
Share
Translate »
0
Cosa ne pensate?x