Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

che tempo che fa

Per sapere che tempo fa

Per sapere che tempo fa clicca sull'immagine
dati costantemente aggiornati

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Come continuare ad immergersi con l’avanzare dell’età

Reading Time: 5 minutes

.

livello elementare

.

ARGOMENTO: SUBACQUEO
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: DIDATTICA
parole chiave: immersione, senior 

.

Con terrore, si fa per dire, ho scoperto di essere vicino alla soglia per la quale si è definiti anziani, ovvero i 65 anni … Non so chi lo abbia deciso, in realtà conosco decine di over 80 che continuano ad immergersi sott’acqua senza problemi, “dando dei punti” a tanti giovani leoni. Il recordman è un inglese, Ray Woolley, che si immerge da 59 anni ed ha celebrato, nel 2018, il suo 96esimo compleanno su un relitto in mezzo a tanti giovani. 

Se è vero che con gli anni la nostra efficienza varia, questo non vuol dire che dobbiamo tirare necessariamente i remi in barca. Anzi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è gozo-2018d-677x1024.jpg

Possiamo immergerci oltre i 65 anni?
La risposta è genericamente SI ed è giustificata dal fatto che non si tratta di una questione di età anagrafica ma di qualità di vita. Nel 2020 oltre 147 milioni di persone avevano un’età compresa tra 80-89 anni ed il numero, tra i 60 e i 79 anni  era di 918 milioni di individui. La popolazione mondiale è in costante aumento e si stima che nel 2050 raggiungerà i 2,1 miliardi, con un numero di persone sopra i 65 anni quasi del doppio rispetto ai bambini sotto i 5 anni. Questo grazie ai progressi nella medicina e ad uno stile di vita più sano, sia nell’alimentazione che nel livello medio di attività fisica. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è eta-popolazione-2020.jpg

Questo grazie ai progressi nella medicina e ad uno stile di vita più sano sia nell’alimentazione che nel livello medio di attività fisica. Se andate nei parchi delle nostre città, non è raro incontrare i cosiddetti diversamente giovani che effettuano sport, dalla corsa alla ginnastica all’aria aperta. Altro che sorveglianza passiva con braccia incrociate dietro la schiena dei cantieri edili … Molti intraprendono nuovi sport e non sembrano esser intenzionati a lasciare quelli iniziati in gioventù. Tra di essi la subacquea che, se effettuata con la giusta predisposizione fisica e mentale, è perfettamente compatibile con l’avanzare dell’età. Sebbene la subacquea ricreativa sia uno sport relativamente giovane, diventato popolare negli anni ’50 e ’60, è diventato molto popolare negli anni ’80, diversificandosi in molte discipline, a volte sempre più impegnative sia dal punto di vista fisico che mentale.

Avendo avuto una formazione particolare, grazie ai miei istruttori, primo fra tutti mio padre, un sommozzatore incursore della marina militare degli anni ’50, negli anni sono passato da un’immersione molto fisica, con poche regole empiriche, ad una metodica, basata su regole ben determinate. Forse l’insieme delle due, unita ad una “saggezza” legata all’età, mi ha preservato dai rischi legati al voler strafare, tipici dell’età giovanile. Da li la constatazione di dover assumere comportamenti consapevoli e adeguati alla mia età,  partendo in particolare dallo stile di vita.  

Quali sono i fattori da valutare per ridurre i rischi legati all’età durante le immersioni?
Iniziamo con la formazione, sia di base che avanzata, che deve essere effettuata, a qualsiasi età, da professionisti seri e preparati. Un corso deve necessariamente avere una durata adeguata e, fornire agli allievi le basi fondamentali con cui costruire la giusta professionalità. La conoscenza degli stress a cui il nostro fisico viene sottoposto durante le immersioni subacquee ed i rischi derivanti dal nostro comportamento, combinata con quella degli effetti fisiologici della vecchiaia ci possono aiutare ad immergersi sempre in sicurezza.

Innanzitutto, in soggetti sani, l’età non sembrerebbe aumentare necessariamente i rischi intrinseci delle immersioni subacquee ricreative. Una visita annuale di controllo presso medici specialisti in medicina subacquea è consigliata per valutare la nostra idoneità all’immersione. Con l’avanzare dell’età, i controlli dovrebbero diventare più frequenti e si dovrebbe effettuare un controllo ogni volta intervengano situazioni non previste (operazioni chirurgiche o malattie importanti, come ad esempio il COVID, che possono modificare la nostra idoneità all’immersione).

Le immersioni subacquee richiedono una buona salute generale con una particolare attenzione all’apparato cardiovascolare e polmonare e, indipendentemente dall’età, ricordatevi che fumare è sempre controindicato, ma questo lo sapete già

La vista può abbassarsi con l’età, quindi effettuate il suo controllo regolarmente e, nel caso, prendete in esame la possibilità di usare delle maschere graduate … non serve un computer subacqueo al polso se poi non riuscirete a leggerne i numeri al bisogno. Non ultimo un controllo dell’udito e dei vostri timpani che potrebbero essersi induriti con gli anni.

Di fatto esistono condizioni di salute che possono avere un limitato impatto nella vita di ogni giorno, ovvero essere facilmente gestibili, ma che possono essere controindicate o causare situazioni di pericolo durante le immersioni subacquee.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mastroviaggiatore_bagaglio-sub-700x768-1.jpg

Da un punto di vista costituzionale, con gli anni, avviene in genere una riduzione della forza muscolare e della massa ossea che possono essere problematiche per le immersioni subacquee. Come tutti sappiamo, lo sport subacqueo comporta il trasporto di attrezzatura pesanti. Per darvi un idea, un subacqueo di 80 chili, indossando la sua muta, pinne, cappuccio, maschera, GAV/BCD e bombola, pesi, accessori vari e pinne arriva a pesare oltre 110 chilogrammi … questo significa che il suo corpo nel trasferimento dalla macchina alla spiaggia o comunque dal punto di vestizione al punto di ingresso in acqua subisce uno stress non indifferente … se poi avviene in estate, sotto il sole … lo stress non è trascurabile. Se optare per la vestizione in acqua è una soluzione sempre valida, diventa un obbligo con l’avanzare degli anni.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è bombole.jpg

oltre al vostro peso, vi portate addosso bombole, zavorra, etc. … uno stress per la nostra colonna non indifferente

Effettuare attività di fitness, dopo la visita medica di idoneità, vi aiuterà a mantenere una adeguata forza muscolare e peso corporeo. Non dovrete allenarvi per una maratona e bastano, ad esempio, semplici esercizi di base da eseguire tutte le mattine (torsioni e allungamenti del busto, flessioni sulle braccia e addominali … senza strafare) ed una adeguata attività aerobica/anaerobica, due/tre volte alla settimana anche di breve durata. Questo vi aiuterà a mantenere un peso adeguato e la forza necessaria per immergervi in tranquillità.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DSC04585-1024x768.jpg

Una buona strategia di prevenzione è quindi fondamentale, con una dieta adeguata all’età, controlli medici periodici, un esercizio fisico regolare ed uno stile di vita sano per garantirci di immergerci sempre in sicurezza. D’altronde non c’è motivo per cui non dovremmo continuare il nostro sport: subacquei “diversamente giovani” ma sempre attivi e felici.

 

Immagine in anteprima: Ray Woolley, si immerge da 59 anni e, nella foto, ha celebrato il suo 96esimo compleanno su un relitto

.

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE

print

(Visited 458 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

20 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »