If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Principi di ottica subacquea: Rifrazione e contrasto – parte V di Andrea Mucedola

Reading Time: 4 minutes

.

livello medio
.
ARGOMENTO: OCEANOGRAFIA
PERIODO: XXI SECOLO

AREA: FOTOGRAFIA
parole chiave: ottica subacquea


Rifrazione
Abbiamo visto come la rifrazione deformi le immagini. Un efficace sistema per eliminare il problema della distorsione e nello stesso tempo mantenere la possibilità di cambiare gli obbiettivi, è l’uso di interfacce acqua-aria intercambiabili. Nel caso di grandangolari sarà necessario utilizzare delle interfacce sferiche tali che il loro raggio sia centrato in modo che tutta la luce entrante abbia un angolo di 90°. Questo comporta però la necessità di compensare un effetto secondario in quanto l’interfaccia sferica si comporta nell’acqua come una lente negativa, che richiede la correzione di un’altra lente. Con i grandangolari più corti, da 8mm a 24mm, si genera il fenomeno di aberrazione cromatica.  Questo effetto genera uno stiramento periferico dell’immagine che al centro rimane corretta. Per questi tipi di obiettivi si usa dotare la custodia subacquea di un oblò sferico che ripristina l’angolo di campo ottico.

Inoltre, le distorsioni “a barilotto tipiche” dei grandangolari possono essere corrette anche via software. Uno dei maggiori problemi nel caso di utilizzazione di un’interfaccia piana è il fattore di ingrandimento M = 1,33, che riduce del 33% il campo dell’obiettivo. Di logica, per eliminare questo problema, occorrerebbe un sistema a “telescopio inverso”, con fattore di ingrandimento di 1/1,33.

Inoltre, si dovrebbe correggere la distorsione positiva causata dall’interfaccia.  Un sistema per realizzare tutto questo, fu sviluppato da A. Ivanoff e D. Rebikoff utilizzando un telescopio galileano inverso, in cui la lente concava (negativa) era usata come interfaccia con l’acqua.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è phdwgIvanoff-Rebikoff.gif

Il sistema di lenti sarà afocale se  fp = fn + d dove fp è la lunghezza focale della lente positiva, fn la lunghezza focale della lente negativa e d la distanza tra le lenti. L’ingrandimento del sistema di lenti, detto 1/nw, è uguale al rapporto delle lunghezze focali:

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ottica-R1.jpg

Per una lente sottile la lunghezza focale è data in termini di curvatura delle due superfici:

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ottica-R2.jpg

dove R1 e R2 sono i raggi di curvatura delle superfici della lente e n è l’indice di rifrattività.

La lente di correzione Ivanoff – Rebikoff ha numerose utili proprietà:
è afocale e puà essere usata con lenti da telecamera convenzionali di qualsiasi lunghezza focale
– la lunghezza focale ed il campo visivo della lente sono identici nell’acqua e nell’aria
– la distorsione “pincushion”, le aberrazioni cromatiche e quelle di altra natura vengono corrette perfettamente
– la profondità di campo viene aumentata di circa un fattore due rispetto a quella di un oblò piano con stesso obiettivo ed apertura.

Attenzione
Quando si usa una lente di correzione, la lente dovrebbe essere messa a fuoco secondo la reale (non apparente) distanza dall’oggetto.

La profondità di campo sarà molto grande se useremo obiettivi grandangolari con lenti di correzione. In pratica una o due posizioni focali saranno sufficienti per la maggior parte delle condizioni del soggetto; l’unica eccezione si avrà quando siano necessarie aperture d’obbiettivo molto grandi (piccoli valori di f), a causa di bassi livelli di luce. Una grande profondità di campo (grandi valori di f) offre vantaggi pratici molto importanti, poichè non sarà necessario mettere continuamente a fuoco la telecamera per bilanciare il movimento del soggetto.

Contrasto
La possibilità di discernere all’interno delle fotografie i particolari è legata anche al contrasto. Per migliorare il contrasto in fotografia si dovranno utilizzare filtri speciali colorati durante le riprese (del tipo Warren per diminuire la componente blu), e in fase di stampa dovranno essere utilizzate pellicole e carte ad alta sensibilità (da 6000 ASA a 12000 ASA, ottenute tramite tiraggio del negativo). Con l’avvento del digitale molte di queste correzioni possono essere fatte con programmi di editing di immagine agendo sulle curve di contrasto. 

Fine parte V – continua

 

foto di copertina Francesco Pacienza
.

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE
..

PARTE I
PARTE II
PARTE III
PARTE IV
PARTE V
PARTE VI

 

Fonti
Tesi specialistica Ottica subacquea e sue applicazioni nella guerra mine, 1985
Underwater Optical Imaging: Status and Prospects di Jules S. Jaffe, Kad D. Moore, John McLean e Michael R Strand
In Water Photography”, Mertens, 1970 
wikipedia

print
(Visited 30 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

10 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
marine militari
Marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video
 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »