If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

La danza dei poli magnetici, cause ed effetti – parte II di Andrea Mucedola

Reading Time: 4 minutes

.
livello elementare
.

ARGOMENTO: NAUTICA
PERIODO: na
AREA: na
.parole chiave: magnetismo terrestre, poli, navigazione
.

Mentre i poli geografici sono relativamente fissi (in realtà hanno anche loro una minima oscillazione) quelli magnetici sono soggetti ad un continuo spostamento, non costante e non uguale per ognuno di essi; teoricamente essi si dovrebbero muovere lungo una circonferenza di circa 160 km ma non è così semplice.

Il fatto che questo spostamento non sia costante comporta che gli scienziati debbono controllare annualmente l’effettivo spostamento per aggiornare le correzioni al World Magnetic Model (WMM), che descrive il campo magnetico del nostro pianeta.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Wmm2010declination.png

Il controllo periodico ha rivelato un comportamento anomalo del campo magnetico terrestre; il Polo Nord magnetico della Terra si sta allontanando sempre più velocemente verso ovest, probabilmente a causa dei movimenti delle masse ferrose liquide che si trovano all’interno del nucleo del pianeta. La versione più recente del modello era uscita nel 2015 e avrebbe dovuto durare fino al 2020, ma il campo magnetico sta cambiando così rapidamente che i ricercatori sono stati costretti a modificare il modello. Di fatto nel 2016 parte del campo magnetico ha temporaneamente accelerato il suo spostamento in profondità sotto il Nord America del Sud e l’Oceano Pacifico orientale e, all’inizio del 2018, i ricercatori della NOAA e della British Geological Survey di Edimburgo, si sono resi conto che il modello era così impreciso che stava per superare il limite accettabile per gli errori di navigazione. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è magnetic-wonder-.jpg

Il polo nord magnetico sembra quindi vagare in un modo imprevedibile, cambiando di fatto le regole del gioco

La posizione del polo nord magnetico fu misurata per la prima volta da James Clark Ross nel 1831 nell’Artico canadese. A metà degli anni ’90 aveva guadagnato velocità, da circa 15 chilometri a circa 55 chilometri all’anno; poi, nel 2001, era entrato nell’Oceano Artico, attraversando nel 2018 la linea di data internazionale nell’emisfero orientale ed ora … sta dirigendosi verso la Siberia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è wwm-2015.jpg

Inoltre, la posizione del polo nord magnetico sembra essere governata da due campi magnetici su larga scala, uno posto sotto il Canada e l’altro sotto la Siberia, che sembra stia vincendo la competizione. Secondo Larry Newitt, del Geological Survey canadese, verso la fine del 2040, il polo nord magnetico, dopo aver attraversato il mare Glaciale Artico, potrebbe arrivare sulla Siberia. Continuando con questo gradiente di variazione,  ci potremmo quindi avvicinare ad una relativamente rapida inversione dei poli magnetici o meglio del campo magnetico.

Inversione dei poli magnetici?
Nessun problema, è già avvenuto in passato. Gli scienziati, analizzando delle rocce magmatiche antiche contenenti minerali ferrosi, sono stati in grado di valutare la direzione del campo magnetico nel momento del loro raffreddamento. Dai dati in possesso sembrerebbe che l’inversione dei poli magnetici sia già avvenuta sulla Terra molte volte. Considerando la non ciclicità dei movimenti tettonici, non è però possibile comprendere la cadenza di queste inversioni. Alcune sono avvenute dopo 40 milioni di anni, altre solo dopo qualche secolo. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è effetti-magnetici-sullUOmo.jpg

Le conseguenze sugli esseri viventi sono molte ma di difficile valutazione
Quali potrebbero essere gli effetti di queste inversioni sugli esseri viventi? Forse i più gravi consisterebbero in una maggiore esposizione ai raggi cosmici ed al vento solare con variazioni climatiche (come il riscaldamento attuale) che potrebbero essere anche importanti. Alcuni scienziati ritengono che, oltre al riscaldamento attuale, si potrebbe aggiungere anche una minore protezione ai raggi cosmici dovuta allo scudo del campo magnetico terrestre. Sicuramente le variazioni di inclinazione delle linee magnetiche potrebbero disorientare molti animali che normalmente se ne servono per le loro migrazioni. Un altro fattore da considerare sono gli effetti sui sistemi di comunicazioni che potrebbero subire black out ed importanti malfunzionamenti. Ci possiamo fare qualcosa? No. Non possiamo interagire con il campo magnetico ma possiamo continuare a monitorarlo al fine di comprendere come mitigare gli effetti di questi cambiamenti fisici sul nostro pianeta. Ci torneremo. 

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, pur rispettando la netiquette, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE
.

PARTE I
PARTE II

print
(Visited 63 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

13 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
marine militari
Marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »