Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

Vediamo che tempo fa o farà

Diamo un’occhiata al tempo meteorologico

Meteo facile per tutti: vediamo che tempo fa o farà prossimamente con un insieme di link per aggiornarvi in tempo reale sulle condizioni meteorologiche locali e marine 

  Address: OCEAN4FUTURE

Un prezioso bracciale egizio ci racconta i commerci di oltre 4600 anni fa nel mediterraneo orientale

tempo di lettura: 4 minuti

.

livello elementare

.

ARGOMENTO: ARCHEOLOGIA
PERIODO: 2,6 MILLENNIO a.c.
AREA: COMMERCIO
parole chiave:  argento

 

A volte esaminando piccoli oggetti funerari si scoprono importanti connessioni fra i popoli antichi. In un recente studio, Analyses of queen Hetepheres’ bracelets from her celebrated tomb in Giza reveals new information on silver, metallurgy and trade in Old Kingdom Egypt, c. 2600 BC di Karin Sowada, et alii, pubblicato sul Journal of Archaeological Science: Reports, Volume 49, 2023, si è provata una connessione tra l’antico Egitto e la Grecia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ARCHEO-EGITTO-Reisner-Hetepheres-Pl43.jpg

Sarcofago in alabastro della regina Hethepheres I – Fonte George Andrew Reisner, A history of the Giza necropolis, Vol.2: The tomb of Hetep-Heres, the mother of Cheops: a study of Egyptian civilization in the Old Kingdom, 1955, Pl. 262 – Foto di George A Reisner (1867-1942) Reisner-Hetepheres-Pl43.jpg – Wikimedia Commons


Nella ricca tomba della regina Hetephere I, madre del costruttore della grande piramide di Giza, il faraone Khufu (regno c. 2589-2566 a.C.), sono stati ritrovati numerosi artefatti d’argento dal primo Egitto. La tomba è fra le rarissime sepolture reali ritrovate intonse dell’antico Egitto, e l’unica inviolata fra quelle dell’Antico Regno. Tra i tanti oggetti ritrovati, recentemente sono stati analizzati diversi campioni della loro collezione conservata nel Museo delle Fine Arti di Boston per ottenere la loro composizione mineralogica e comprendere quali metodi di trattamento metallurgico furono applicati su quei metalli.

La ricerca è legata al fatto che l’Egitto non ha miniere d’argento domestico e questo metallo prezioso si trova raramente nella documentazione archeologica egiziana fino all’età del bronzo medio, epoca in cui verosimilmente esistevano scambi commerciali all’interno del Mediterraneo. Gli archeologi, con una certa sorpresa hanno scoperto che i pezzi erano stati realizzati in argento con rame, oro, piombo ed altri minerali. La notizia parrebbe di poco conto se non fosse stato che i rapporti di isotopi di piombo sono coerenti con i minerali delle Cicladi (Isole Egeo, Grecia) e, in misura minore, da Lavrion (Attica, Grecia), escludendo la provenienza da regioni dell’Anatolia (Asia occidentale). I braccialetti furono ricotti e arricchito a freddo durante la creazione dei manufatti confermando l’esistenza di reti di scambio di materie prime e metallurgia in Egitto durante la prima età del bronzo. La rarità di questi oggetti è triplice: i depositi di sepoltura reale sopravvissuti di questo periodo sono pochissimi, solo piccole quantità di argento sono sopravvissute nella documentazione archeologica fino all’età del bronzo medio (c. 1900 a.C.) e di fatto l’Egitto manca di depositi d’argento locali. 

Gli archeologi sono a conoscenza che artefatti d’argento apparvero per la prima volta in Egitto durante il 4 ° millennio a.C., ma la fonte originale allora, e nel 3 ° millennio, è ancora sconosciuta e gli antichi testi egizi non menzionano alcuna fonte locale facendone ipotizzare un arrivo commerciale da altre regioni, probabilmente tramite Byblos sulla costa libanese. I meccanismi di scambio tra Egitto e Libano sono attestati dal periodo Naqada IIIA1 (c. 3320 a.C.) e forse probabilmente ancora prima (Hartung, 2001, Hartung et al., 2015, Ownby et al., 2022). Nel corso dei secoli successivi, l’Egitto sviluppò intense relazioni commerciali con Byblos e la regione. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ARCHEO-NRACCIALE-EGIZIO-1-s2.0-S2352409X23001530-gr1.jpg

oggetti preziosi ritrovati nella tomba della regina Hetephere I – da studio citato

I braccialetti della Regina (C), realizzati in un metallo all’epoca raro in Egitto, ne dimostrano il valore, impreziosito dall’uso raffinato di turchesi, lapislazzuli e corniole intarsiate, cosa che conferma che la manifattura avvenne in Egitto e non altrove. Le depressioni colpite all’esterno contenevano intarsi in pietra con la forma delle farfalle. Almeno quattro insetti sono raffigurati su ciascun braccialetto, realizzati utilizzando piccoli pezzi di turchese, corniola e lapislazzuli, con ogni farfalla separata da un pezzo circolare di corniola. 

Ma torniamo al metallo
Fu esaminato quasi 100 anni fa da A. Lucas e H.E. Cox che scoprirono fosse al 90,1% argento, 8,9% oro e 1,0% di rame. Il fatto che l’oro fosse in percentuale minore fece ipotizzare che fossero stati stati importati già nel vecchio regno. Le ultime ricerche sui frammenti dei bracciali della regina Hetephere I hanno confermato che il metallo di realizzazione fosse argento, cosa che, all’epoca, ne faceva un oggetto estremamente raro, con un contenuto originale di oro medio del 7% per migliorare la sua malleabilità e l’aspetto quando veniva lavorato. Per la prima volta, le immagini al microscopio a scansione (SEM)  hanno rivelato che i bracciali furono realizzati martellando il metallo a freddo, con frequente ricottura per prevenirne la rottura.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ARCHEO-CICLADI1-s2.0-S2352409X23001530-gr5.jpg

mappa del mediterraneo orientale con evidenziate le aree di produzione del minerale di argento. Il suo trasporto doveva essere verosimilmente fatto per via marittima – da studio citato

L’analisi degli isotopi di piombo indica che l’argento era probabilmente importato dalle Cicladi (Seripho, Anafi o Kea-Kithnos) o forse dalle miniere di Lavrion in Attica. Questa nuova scoperta dimostra, per la prima volta, la potenziale estensione geografica delle reti di approvvigionamento delle materie prime utilizzate dall’Egitto egiziano durante il vecchio regno antico al culmine dell’età della costruzione della piramide. 

 

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE

 

Loading

(Visited 140 times, 1 visits today)
Share
5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
vedi tutti i commenti

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

 

Attenzione: È importante ricordare che gli articoli da noi pubblicati riflettono le opinioni e le prospettive degli autori o delle fonti citate, ma non necessariamente quelle di questo portale. E’ convinzione che la diversità di opinioni è ciò che rende il dibattito e la discussione più interessanti, aiutandoci a comprendere tutti gli aspetti della Marittimità

Chi c'é online

11 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia Contemporanea
Storia contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti di oggi

I più letti in assoluto

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
11 visitatori online
11 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 32 alle 09:56 am
Mese in corso: 118 alle 06-04--2024 04:33 am
Anno in corso: 118 alle 06-04--2024 04:33 am
Share
Translate »
0
Cosa ne pensate?x