Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

che tempo che fa

Per sapere che tempo fa

Per sapere che tempo fa clicca sull'immagine
dati costantemente aggiornati

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

  Address: OCEAN4FUTURE

Emergenza COVID-19: il Gruppo Operativo Subacqueo del COM.SUB.IN. consegna le maschere in dotazione per i trattamenti iperbarici all’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia

tempo di lettura: 4 minuti

.
livello elementare
.
ARGOMENTO: EMERGENZA 
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: SUPPORTO IPERBARICO
parole chiave: Camere di decompressione, COM.SUB.IN. 
.

Recentemente è stato pubblicato su www.marina.difesa.it un articolo del comandante Gianpaolo Trucco, ufficiale palombaro del COM.SUB.IN. su un’importante e meritoria iniziativa nata nell’ambito degli operatori dell’Ufficio Tecnico Subacqueo del Gruppo Operativo Subacqueo (G.O.S.) del Comando Subacquei ed Incursori (COM.SUB.IN) della Marina Militare.

a sinistra in alto sul sedile, le maschere impiegate per i trattamenti iperbarici e fornite all’ospedale civile di La Spezia – Photo credit Marina Militare Italiana

Uno dei compiti del COM.SUB.IN. è  il supporto sanitario di emergenza con le proprie camere di decompressione sia al personale dei sommergibili sinistrati sia ai propri operatori subacquei. In situazioni di emergenza questi assetti sono messi a disposizione della collettività, mediante interventi di ossigeno terapia iperbarica che ogni anno hanno salvato tantissime persone. Sebbene ogni Forza Armata sia predisposta per il supporto sanitario ai propri membri, al suo interno esistono centri di eccellenza che, tramite le direttive dei rispettivi Ispettorati Centrali di Sanità, conducono anche studi e ricerche.  Il dottor Ruffino, Capitano di Vascello Medico del COMSUBIN, e Consulente del Consiglio SIMSI per la Marina Militare italiana, ha sottolineato come “Quello che però caratterizza (… il COM.SUB.IN. …) rispetto alla Sanità delle altre Forze Armate è …  la Medicina Subacquea che trova la sua massima espressione proprio al Varignano presso il Comando Subacquei ed Incursori“. 

Camera di decompressione del COM.SUB.IN. – Photo credit Marina Militare Italiana

Le attività sanitarie svolte presso il COM.SUB.IN includono il supporto a tutte le attività subacquee del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) e del Gruppo Operativo Incursori (GOI). Tra queste l’importante supporto anche alle immersioni profonde eseguite sia in intervento che in saturazione. Nei limiti delle risorse disponibili si eseguono presso l’Ufficio Studi ricerche di fisiologia subacquea volte ad apportare nuove conoscenze nel campo della biologia cellulare, cardiologia ed elettroencefalografia, e sperimentazioni per il trattamento delle patologie legate all’immersione.

Camere multiposto iperbariche . la formazione prevede anche l’abilitazione del personale al loro uso Photo credit Marina Militare Italiana

Questo viene fatto in collaborazione con Università e Centri di ricerca nazionali ed internazionali con i quali la Marina Militare ha firmato accordi di studio e formazione. Nel contempo vengono formati medici ed infermieri di tutte le Forze Armate con corsi avanzati di Medicina Subacquea ed Iperbarica. Presso il COM.SUB.IN. è attivato uno dei due Servizi di Medicina Iperbarica (l’altro è presso il Centro Ospedaliero Militare di Taranto) della Marina Militare, per trattamenti di Ossigeno Terapia Iperbarica in convenzione le ASL locali. In particolare, grazie a queste Camere di Decompressione possono essere trattate malattie da decompressione conseguenti ad attività subacquee anche avvelenamenti da monossido di carbonio, gangrene gassose, lesioni da schiacciamento o fratture a rischio e molte altre patologie.

Il comandante Bisaglia del COM.SUB.IN consegna le maschere al direttore del Reparto Rianimazione dell’Ospedale S. Andrea della Spezia, Dott.ssa Cinzia Sani – Photo credit Marina Militare Italiana

Come risposta all’emergenza COVID 19, il Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.) ha suggerito al Comando del COM.SUB.IN. l’opportunità di utilizzare le maschere oronasali, impiegate negli impianti iperbarici nell’ambito delle attività di rianimazione condotte negli ospedali.

L’idea è nata proprio dagli operatori tecnici iperbarici dell’Ufficio Tecnico Subacqueo del G.O.S. che hanno riscontrato le analogie d’impiego di questi sistemi con quelli del personale sanitario in servizio nei reparti di rianimazione. Queste maschere, realizzate per essere impiegate in ambienti iper-ossigenati, sono già dotate di valvole di non ritorno per il gas in ingresso e in uscita, e possono essere collegate ai filtri antivirali già in uso negli ospedali.

Grazie al coordinamento con l’Assessore alla Sanità della Spezia, dott. Gianmarco Medusei, il primo aprile sono state consegnate 15 maschere oronasali al direttore del Reparto Rianimazione dell’Ospedale S. Andrea della Spezia, Dott.ssa Cinzia Sani. Le prime impressioni nelle prove d’uso di questi dispositivi sanitari sono state positive. Le maschere sono confortevoli, con un alto potere filtrante e riutilizzabili infinitamente, in quanto lavabili e sterilizzabili. 

Un’intuizione, quella dei palombari del G.O.S., che testimonia ancora una volta la vicinanza sostanziale della Marina Militare verso la difficile e straordinaria opera di medici e infermieri che sono in prima linea nella lotta contro il virus. E’ del 1 aprile la notizia dell’ospedale da campo della Marina Militare in prossimità dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Sul luogo, per la realizzazione della struttura, stanno operando i Fucilieri del San Marco provenienti dalla Caserma “Carlotto” di Brindisi. Tutto il materiale necessario per l’allestimento è giunto da Brindisi con una nave. Arrivato anche il personale sanitario della Marina Militare, composto da settanta unità, e venti tecnici incaricati del montaggio. Un’attività che medici e infermieri della Marina stanno già effettuando in rinforzo alle componenti civili in altre aree italiane e che fa parte del supporto che la Forza Armata, da sempre impegnata in compiti strettamente connessi anche con il mondo civile, effettua a favore della collettività nell’ambito del cosiddetto “impiego duale e complementare” che include anche il sostegno sanitario, umanitario e sociale, integrandosi con enti e associazioni statuali e non governative, in caso di emergenze sanitarie.

 

 

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo
,

PAGINA PRINCIPALE

Loading

(Visited 1.029 times, 1 visits today)
Share
0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
1 Comment
più recente
più vecchio più votato
Inline Feedbacks
vedi tutti i commenti
Bruno Cammarota
Ospite
Bruno Cammarota
14/04/2020 15:47

Eccellente,
con la grave pandemia in atto, stiamo sperimentando (come vado sostenendo da tempo ) il ruolo e legame profondo fra paese reale e istituzioni militari e la novità è nel supporto alla vita civile e alla democrazia. Questa è per me la chiave del rapporto moderno Stato-Istituzioni, bene. Il contributo mi pare importante e da sviluppare in tema di efficacia dei DPI nella protezione degli operatori sanitari. In questo momento studio la protezione ambientale applicabile. …

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

Chi c'é online

4 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere
 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
4 visitatori online
4 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 16 alle 12:24 am
Mese in corso: 53 alle 07-02--2024 03:01 am
Anno in corso: 53 alle 07-02--2024 03:01 am
Share
Translate »
1
0
Cosa ne pensate?x