If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

La luna cinerea di Paolo Giannetti

Reading Time: 4 minutes


livello elementare 

 

ARGOMENTO: NAUTICA
PERIODO: na
AREA: na
parole chiave: Luna, Luna cinerea
.

Leonardo da Vinci codice Leicester

.
In questo weekend la Luna si trova in fase crescente e risulta visibile un “falcetto” corrispondente al 10 % circa della sua forma piena. In queste condizioni è possibile osservare il fenomeno della luna cinerea cioè quella luce del Sole che viene riflessa dalla Terra verso la Luna, illuminando la porzione di superficie lunare in ombra e facendola apparire non completamente scura ma di un colore, appunto, “cinereo”.

sketch di Leonardo da Vinci dal codice Leicester, scritto tra il 1506 ed il 1510

Tale fenomeno fu spiegato per la prima volta nel XVI secolo da Leonardo da Vinci nel suo codice Leicester. Esso avviene quando la Luna si trova tra la Terra ed il Sole e riceve dal nostro pianeta la massima illuminazione. Sarebbe come dire che un ipotetico abitante della Luna si stia godendo delle belle serate di … “Terra Piena“. Questo fenomeno è usato per aiutare a determinare l’albedo attuale della Terra (la frazione di luce o, più in generale, di radiazione solare incidente che è riflessa in tutte le direzioni.

In pratica in fisica, l’albedo indica il potere riflettente di una superficie illuminata. In una giornata nuvolosa la radiazione è pressoché totalmente diffusa; in una giornata serena con clima secco predomina invece la componente diretta, che può arrivare fino al 90% della radiazione totale. 

.
L’energia irradiata dal Sole deriva dai processi di fusione termonucleare dell’idrogeno al suo interno e si propaga simmetricamente nello spazio fino ad investire il nostro pianeta, ovvero la fascia esterna della atmosfera terrestre. L’energia emessa varia in funzione dei processi per cui ci son fasi solari in cu viene emessa maggior energia che altri. In particolare, da questi processi di trasformazione deriva la produzione di calore che viene dispersa nello spazio per irraggiamento. La quantità di calore decresce geometricamente con la distanza. Questo significa che più si è lontani dal Sole e meno energia arriva. La variazione media è di circa +/- 3% per effetto della distanza variabile tra il Sole e la Terra nel corso dell’anno. 

Come sappiamo i principali fattori in grado di modificare il clima sulla Terra sono:

– la quantità di energia emessa nello spazio che perviene sulla Terra;

– le variazioni che si verificano nella radiazione solare (ad esempio dovute ad una variazione dell’orbita della Terra attorno al Sole);

– l’immissione di gas che modificano la composizione chimica dell’atmosfera e incrementano l’effetto serra naturale;

– le variazioni dell’albedo, cioè della frazione di radiazione solare che viene riflessa in varie parti della Terra.

Quindi l’albedo è un indice importante se si considera che gli oceani riflettono la minor quantità di luce, ovvero circa il 10%, le terre emerse il 35% della luce solare mentre circa il 55% viene riflesso nello spazio. Del 45 % che arriva sulla Terra gran parte viene quindi riflesso, a causa dell’albedo, e solo una minima parte viene assorbito.

Parte dell’energia riflessa determina quanto luminosa appare la Luna in un dato momento.



Misurando da alcuni osservatori astronomici la luce cinerea si è notata una variazione nel tempo del valore del potere riflettente della Terra. Da poco più di un decennio tale valore è in calo … anche se, negli ultimi tre anni, si è osservata una contro tendenza in risalita di tale indice.

Probabilmente ciò è legato ai cambiamenti climatici terrestri e l’imputato maggiore potrebbe essere l’aumento della nuvolosità in quanto una maggiore copertura va ad aumentare le riflessioni e quindi la luce cinerea. Pertanto la misura della sua intensità può darci anche informazioni sul mutamento del clima della Terra.

Ma non è finita qui. La sera di domani, Lunedì 11 marzo, la Luna sarà ancora protagonista di una bella congiunzione. Questa volta il suo compagno (in fase al 23%) sarà Marte, il pianeta rosso osservabile a ovest (“a destra”) della Luna. Li potremo osservare vicini a circa 20° di altezza (due pugni con braccio disteso) sull’orizzonte di Ovest-Sud-Ovest e andranno a tramontare verso le ore 23 (ora di Roma, Europa).

Inoltre, il nostro bel satellite, ha appena sorpassato il pianeta Venere e si avvicina ad Adelbaran, una grande stella appartenente alla costellazione del Toro. Con una magnitudine 0,98, Aldebaran è la stella più luminosa della sua costellazione, nonché la quattordicesima più luminosa nel cielo notturno e per questo ben conosciuta dai naviganti.

Distante circa 65 anni luce dalla Terra, Aldebaran  è una gigante arancione ben 500 volte più luminosa del Sole (tra l’altro è anche 40 volte più grande con un diametro di 61,12 milioni di km). Si tratta in realtà di una stella doppia, giacché la principale possiede una piccola e debole compagna. Aldebaran era considerata dagli antichi una stella fortunata, apportatrice di ricchezze e onori. Ma ci arriveremo … intanto buona:

Buone stelle

Paolo Giannetti

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, pur rispettando la netiquette, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE

print

(Visited 302 times, 2 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

20 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
marine militari
Marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »