If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Reportage: Yap (Micronesia) a journey to Heaven

Reading Time: 4 minutes

 

livello elementare
.
ARGOMENTO: REPORTAGE
PERIODO: NA

AREA: OCEANO PACIFICO
parole chiave: Yap, Micronesia

Geografia politica e descrizione
Lo Stato di Yap è uno dei quattro stati federati della Micronesia. Situato nell’oceano Pacifico occidentale, comprende numerose isole dell’arcipelago delle Caroline posizionate fra la Repubblica di Palau, Guam e Chuuk. Lo stato è composto dall’isola Yap, e dagli atolli Eauripik, Elato, Fais, Faraulep, Ifalik, Lamotrek, Ngulu, Satawal, Ulithi e Woleai.

L’arcipelago di Yap è  un gruppo di quattro isole vicinissime e circondate da una comune barriera corallina. Il terreno presenta lievi pendii densamente coperti da vegetazione culminanti con il monte Tabiwol (178 m). Le coste sono per lo più ricoperte da paludi di mangrovie. Le altre terre emerse hanno una esigua superficie e sono scarsamente popolate. La popolazione, di 11.758 abitanti, è composta da Micronesiani e le lingue ufficiali sono l’inglese, lo yapese, l’ulithiano e il woleaiano.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Yap2.jpg

Governo
Yap, a differenza degli altri stati federati, ha una gestione istituzionale molto legata alla tradizione. Come potere legislativo, oltre ad avere il Governo composto da dieci membri, è dotato del Consiglio di Pilung e del Consiglio di Tamol. Questi due organismi si occupano di tradizioni e costumi.  Lo stato è dotato di un aeroporto internazionale ubicato sull’isola di Yap e di quello di Ulithi, realizzato su l’isoletta Falalop dell’omonimo atollo.

Tradizioni e cultura
La cultura e le tradizioni sono ancora molto forti, se comparate alle isole vicine. Nel 1731 dei missionari cattolici tentarono di convertire la popolazione ma vennero massacrati. Oggi i turisti sono una risorsa importante ed accolti con rispetto. Una curiosità: il simbolo dello Stato è la moneta Rai. Usate come forma di pagamento, sono delle pietre di basalto provenienti da Palau, tuttora usate come simbolo di potere economico delle tribù.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Yap-Island-Micronesia..jpg

Come arrivarci
Continental Airlines effettua voli regolari da e per Yap. Ospiti che provengono dalle Americhe, dai Carabi, dal Giappone e dall’Australia normalmente giungono a Yap via Guam. I viaggiatori dall’Europa, dall’Africa e dall’Asia occidentale fanno invece scalo a Manila, nelle Filippine. E’ un viaggio molto lungo per cui si consiglia di spezzarlo con una sosta di qualche giorno in una località intermedia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Yap3.jpg

Diving a Yap
Immergersi a Yap è sicuramente un’esperienza indimenticabile. Da dicembre ad aprile non e’ raro incontrare grandi mante birostris volare nel blu alla ricerca di un compagno (mating season). Le immersioni sulla barriera corallina (una delle più sane e fiorenti del pianeta) regalano emozioni incredibili consentendo di vedere grandi pelagici, squali di ogni tipo ed i delfini,  con una visibilità orizzontale quasi costante di oltre 30 metri.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Yap-Mantas-1.jpg

Le immersioni migliori sono in corrispondenza dei canali di Mi’il e di Goofnuw dove le mante si possono osservare con maggiore frequenza. In particolare, si consiglia di recarsi nel canale di Goofnuw in estate, fino all’inizio dell’autunno, ed in quello di Mi’il nel resto dell’anno. I punti di immersione sono innumerevoli. Va sicuramente menzionato il Lionfish wall dove il fondale scende da pochi metri ai 50, mostrando lungo la parete pesci di ogni genere, dai pesci foglia ai pesci leone (leonfish) e di barriera. La visibilità è in genere migliore di quella che si trova nei canali precedentemente citati.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mandarino-pesce-yap.png

In quelle acque non è raro l’incontro con i curiosi pesci mandarino, Synchiropus splendidus, bellissimi pesci appartenenti alla famiglia dei Callionymidae molto diffusi nelle lagune costiere e nelle barriere coralline del Pacifico orientale (dall’arcipelago indonesiano alla Polinesia Francese). Di piccole dimensioni (6 cm),  presenta una testa tondeggiante, con occhi sporgenti. Il loro corpo è allungato e cilindriforme. Presenta due pinne dorsali, la prima piccola e meno sviluppata e  la seconda, ampia e a ventaglio. In particolare, le pinne ventrali, le pettorali, la pinna anale e quella caudale sono robuste e arrotondate. La sua livrea è splendida: il colore di fondo varia dal verde ramato all’arancione vivo (tendente al rosso sulla pinna dorsale e quella caudale). Tutto il corpo, pinne comprese, è decorato da punti e linee curve di un azzurro intenso.

Ecco ora un assaggio di quest’ultimo paradiso che dobbiamo preservare per le future generazioni :

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE
print
(Visited 1.264 times, 1 visits today)
Share

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

8 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
archeologia
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »