Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

Vediamo che tempo fa o farà

Diamo un’occhiata al tempo meteorologico

Meteo facile per tutti: vediamo che tempo fa o farà prossimamente con un insieme di link per aggiornarvi in tempo reale sulle condizioni meteorologiche locali e marine 

  Address: OCEAN4FUTURE

Lo strano caso della ZEE Italo-Algerina

tempo di lettura: 5 minuti

.

livello elementare
.
ARGOMENTO: GEOPOLITICA
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: MAR MEDITERRANEO
parole chiave: Zona Economica Esclusiva

A chi appartiene la Zona Economica Esclusiva davanti ad Oristano?

La domanda viene spontanea nel momento in cui viene detto che «L’Algeria…considera parte del Mar di Sardegna propria area d’influenza. Chi frequenta le dune di Oristano può godere dello spettacolo di sottomarini algerini di fabbricazione russa classe Kilo…in pattugliamento a ridosso delle rive sarde» (L. Caracciolo, Repubblica 18 febbraio 2024, p. 20).

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ZEE-ALGERINA-1024x674.jpg

Fig. 1: ZEE rivendicata dall’Algeria  – Fonte Repubblica algerina

L’area in cui sono segnalate forze subacquee algerine ad ovest della Sardegna è pretesa, come Zona economica esclusiva (ZEE) da Algeri che, nel 2018, ha unilateralmente esteso la sua giurisdizione fino alle acque territoriali di Oristano, in sovrapposizione con Piattaforma continentale (Pc) e Zona di protezione ecologica (Zpe) italiane.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ZPE-ITALIANA.jpg

Fig. 2: Zpe italiana stabilita con Dpr 209-2011

Le ragioni di una simile iniziativa non sono ben chiare. Essa non riguarda comunque solo l’Italia dal momento che il limite esterno va anche in direzione della Spagna la cui ZEE ha un confine non concordato che, in termini di equidistanza, assegna alle Baleari un effetto pari alle coste algerine.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Zonmar-it.svg.png

La zona economica esclusiva (ZEE) è un’area marina, adiacente alle acque territoriali, in cui uno Stato costiero ha diritti sovrani per la gestione delle risorse naturali, giurisdizione in materia di installazione e uso di strutture artificiali o fisse, ricerca scientifica, protezione e conservazione dell’ambiente marino. In base alla Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (“United Nations Convention on the Law of the Sea”, “UNCLOS”), la ZEE può estendersi fino a 200 miglia dalle linee di base (baseline) dalle quali viene misurata l’entità delle acque territoriali (territorial waters). Dove sia prevista una “zona contigua“, essa è compresa all’interno della ZEE, Va da sè che la ZEE, per essere effettiva, deve essere proclamata formalmente nei confronti della comunità internazionale. In pratica, la ZEE ha un valore funzionale e assegna solo ed in esclusiva allo Stato rivierasco il diritto di sfruttare le risorse della colonna d’acqua sovrastante il fondale marino (ittiche), non contemplando altri diritti spettanti solo al mare territoriale. La situazione mediterranea è complessa a causa della vicinanza fra le coste dei diversi Stati nel Mediterraneo che, in nessun punto, distano più di 400 miglia dalle coste opposte di un altro Stato. Ciononostante l’Unione Europea, per la gestione delle risorse marine, ha incoraggiato  la costituzione delle ZEE al fine di contrastare la pesca illegale da parte della sempre maggiore presenza di pescherecci appartenenti a Paesi asiatici – nota della redazione

Le ragioni di una simile iniziativa non sono ben chiare. Essa non riguarda comunque solo l’Italia dal momento che il limite esterno va anche in direzione della Spagna la cui ZEE ha un confine non concordato che, in termini di equidistanza, assegna alle Baleari un effetto pari alle coste algerine. Nei confronti dell’Italia, il limite della ZEE algerina ignora invece la rilevanza delle coste della Sardegna nonostante si tratti della seconda maggiore isola del Mediterraneo. Il nostro Paese – dopo aver protestato per la violazione dei principi del Diritto del mare- ha comunque avviato trattative per una delimitazione concordata. I diritti dell’Italia sulle aree di overlapping sono ben chiari: la nostra Piattaforma Continentale (v. Fig. 3) è ben delineata nella cartografia dell’ex Ministero dello sviluppo economico (ora di competenza del Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica) quale prolungamento marino del territorio emerso; essa, ad ovest della Sardegna, è in parte coperta dalla ZPE da noi istituita nel 2011. In sostanza, l’Italia può già esercitare diritti sulle energie fossili del fondale e può anche farlo per esigenze ambientali sulla sovrastante massa d’acqua.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ZEE-PIATTAFORMA-CONTINENTALE-ITALIANA.jpg

Fig. 3: la Piattaforma continentale italiana; le zone colorate indicano le zone aperte alla ricerca (Fonte MASE)

E allora, quali sono le mire di un’Algeria che, da Paese amico dell’Italia, avrà senz’altro calcolato pro e  contro della sua iniziativa la quale potrebbe essere in realtà diretta contro Madrid? Lo stato eccellente delle relazioni economiche italo-algerine ci impone cautela e pazienza in attesa che si individuino soluzioni concordate al contenzioso sui reciproci spazi marittimi. L’Italia, secondo quanto previsto dal Piano del mare, dovrà a breve dare concretezza all’istituzione della ZEE fissandone i confini. I due Paesi, secondo le indicazioni della Convenzione del diritto del mare, potrebbero allora stabilire forme pragmatiche di sfruttamento congiunto delle energie rinnovabili con parchi eolici in zone di overlapping. Nel frattempo non può farsi a meno di pensare che mostrare bandiera con sommergibili in emersione sia una forma di esercizio di potere navale. La gunboat diplomacy dell’Ottocento prevedeva, com’è noto, la dislocazione di navi da guerra in vicinanza della costa di un altro Paese per fare sfoggio di potenza.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ZEE-RIVENDICATE-MEDITERRANEO.jpg

Fig. 4: Fonte Limes 12, 2021 – autrice Laura Canali

Le forze navali russe hanno ripreso a farlo con questi scopi. La libertà di navigazione militare nelle zone di giurisdizione straniera risponde tuttavia ad un principio ineludibile sostenuto anche dall’Italia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è MARINA-ALGERIA-Algeria-KILO-Submarines.jpgLa Marina algerina possiede 6 sottomarini KILO di produzione russa (2 Progetto 877 EKM e 4 Progetto M Improved). Questi ultimi sono armati con missili anti nave Klub-S (Kalibr) – Fonte HI Sutton

Ma il suo esercizio sistematico nelle aree di ZEE contese o ancor più il transito nelle nostre acque territoriale ad esse adiacenti può essere interpretato come rispondente a finalità politiche, forse non amichevoli. Se le notizie date dal Prof. Caracciolo fossero confermate un chiarimento si imporrebbe.

Fabio Caffio

Articolo pubblicato originariamente su Analisi Difesa
Lo strano caso della ZEE Italo-Algerina – Analisi Difesa

 

In anteprima un sommergibile Kilo Progetto.636.3 Improved II, Stary Oskol, in rotta verso Sebastopoli, Crimea, aprile 2023 versione migliorata rispetto alla 636 Improved acquisita dalla marina algerina e da Cina e Vietnam – Fonte HI Sutton
.

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE
.

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo
.
.
.
.

Loading

(Visited 231 times, 1 visits today)
Share
5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
vedi tutti i commenti

Translate:

Legenda

Legenda

livello elementare
articoli di facile lettura

livello medio
articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile
articoli di interesse specialistico

 

Attenzione: È importante ricordare che gli articoli da noi pubblicati riflettono le opinioni e le prospettive degli autori o delle fonti citate, ma non necessariamente quelle di questo portale. E’ convinzione che la diversità di opinioni è ciò che rende il dibattito e la discussione più interessanti, aiutandoci a comprendere tutti gli aspetti della Marittimità

Chi c'é online

4 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Miti e leggende del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia contemporanea
Storia Contemporanea
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
sviluppi tecnologici
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video
Wellness - Benessere

I più letti in assoluto

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
4 visitatori online
4 ospiti, 0 membri
Complessivo: 742 alle 21-09--2018 06:47 pm
Numero max di visitatori odierni: 20 alle 12:08 am
Mese in corso: 120 alle 20-06--2024 08:56 pm
Anno in corso: 120 alle 20-06--2024 08:56 pm
Share
Translate »
0
Cosa ne pensate?x