Ocean for Future

Ultima Clock Widget

  • :
  • :

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

Navi da guerra britanniche, e non solo, romperanno il blocco navale russo nel mar Nero? di David Rossi

Reading Time: 4 minutes

.

livello elementare

.

ARGOMENTO: GEOPOLITICA
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: MAR NERO
parole chiave: Ucraina, grano, crisi alimentari
.

La guerra russo-ucraina minaccia la sopravvivenza di centinaia di milioni di individui in tutto il mondo, come sostenuto in diversi articoli dai redattori di DIFESAONLINE Gino Lanzara, Andrea Forte, ma anche in un mio articolo recente.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è hms-defender-a-Batumi-2021.jpg

HMS Defender in porto a Batumi, 2021, Daily mail, Getty AFP

Evidentemente, nello scriverlo avevamo buone fonti … dato che recentemente il ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, traendo le conclusioni da un discorso molto serio, ha proposto un piano per affrontare questa cruciale emergenza globale durante i colloqui a Londra con il ministro degli Esteri britannico, Liz Truss.

Il tempo è molto molto breve. Ci stiamo avvicinando a un nuovo raccolto e non c’è altro modo pratico per esportare il grano se non attraverso il porto di Odessa sul Mar Nero, ha detto al Guardian. Non c’è modo di immagazzinare questo grano e non esiste nessun altro percorso alternativo adeguato. È imperativo mostrare ai paesi vulnerabili che siamo preparati a fare i passi necessari per nutrire il mondo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 240522-UK-Odessa.jpg

unità britanniche, forzeranno il blocco navale del mar nero?

La Gran Bretagna si è subito attivata, discutendo con gli alleati circa l’invio di navi da guerra nel Mar Nero per proteggere i mercantili che trasportano grano ucraino. Una “coalizione dei volenterosi” mirerebbe a rompere il blocco russo per poche settimane fornendo un “corridoio di protezione” da Odessa attraverso il Bosforo per il prezioso cereale. Londra ritiene che il tempo per evitare una crisi alimentare mondiale stia per scadere e vorrebbe fare anche di più degli Stati Uniti che stanno per inviare missili a lungo raggio per eliminare la minaccia costituita dalle navi russe.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è odessa-porto-silos.jpg

Silos e container sulla banchina del porto di Odesa – photo credit: Nathan Laine/Bloomberg

Landsbergis ha proposto che la coalizione potrebbe includere alcuni Paesi dell’Alleanza Atlantica e altri Paesi che dipendono dal grano. Uno fra questi potrebbe essere l’Egitto, uno dei più minacciati e che di recente ha respinto un carico di grano depredato dai Russi in Ucraina. Inoltre, ha suggerito che l’operazione di scorta navale non dovrebbe essere gestita dalla NATO: il suo compito sarebbe quello di proteggere le navi cariche di grano mentre attraverseranno il Mar Nero da eventuali azioni delle navi e dei sottomarini russi.

Ha detto al TimesQuello che abbiamo visto ora è solo l’inizio. Il peggio deve ancora venire nelle prossime cinque o sette settimane quando arriverà il primo raccolto senza il quale intere popolazioni nell’Africa settentrionale, nel Medio Oriente e nel sud-est asiatico pagheranno prezzi esorbitanti per il grano, mais e le altre merci di cui hanno bisogno per mettere il cibo sulla loro tavola. L’Ucraina deve essere messa in condizione di esportare ottanta milioni di tonnellate di grano quest’anno e l’unica opzione è di farlo attraverso Odessa. È proprio il caso di dirlo: costi quel che costi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è f35-royal-navy-1024x576.jpg

HMS Queen Elizabeth, F 35 sul ponte di volo

Consideriamo, inoltre, che una carestia in Africa e in Asia porterebbe decine di milioni di profughi sulle spiagge italiane fra la fine del 2022 e il 2023, proprio quella che avevamo definito una delle armi di Putin contro l’Occidente. 

Da bravi italiani, probabilmente per adesso non ci interessa la cosa; a parte la questione immigrazione, forse faremmo bene a pensarci dato che pasta, pizza, pane e gli altri prodotti da forno che noi consumiamo sono in gran parte prodotti con i cereali ucraini.  Questo vale anche per l’olio di girasole e molti alimenti per gli animali la cui disponibilità dipende dal flusso da Kiev. Insomma, la festa è finita: presto qualcuno ci chiederà se vogliamo stare a guardare o … guadagnarci la pagnotta partecipando alla missione.
David Rossi
.

articolo pubblicato originariamente su DIFESAONLINE
.
Photo credit: Royal Navy, web

 

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

 

PAGINA PRINCIPALE

print

(Visited 155 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

13 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Climatologia
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
Materiali
Medicina
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Personaggi
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia della Terra
Storia Navale
Storia navale del Medioevo (post 476 d.C. - 1492)
Storia Navale dell'età antica (3.000 a.C. - 476 d.C,)
Storia navale dell'età moderna (post 1492 - oggi)
Storia navale della prima guerra mondiale (1914-1918)
Storia navale della seconda guerra mondiale (1939 - 1945)
Storia navale Romana
Subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »