If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

  • No events

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti. Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile e che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo a raccoglierle con la speranza che la classe politica al di là delle promesse comprenda realmente l'emergenza che viviamo, ed agisca,speriamo, con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

L’ imponderabile ed ineffabile figura di Guglielmo Marconi – Parte I

Reading Time: 5 minutes

.

livello elementare

.

ARGOMENTO: STORIA NAVALE
PERIODO: XIX SECOLO
AREA: DIDATTICA
parole chiave: Guglielmo Marconi, radio, radar
.

È del tutto inutile parlare dello sviluppo del radar (e dell’elettronica, civile e militare) in Italia senza conoscere la storia di Guglielmo Marconi, i suoi intrecci, i suoi conflitti di interesse. 

Per molti divulgatori, parlare di Guglielmo Marconi è ormai diventato un alibi, quasi una sicurezza che grazie alle sue invenzioni avremmo potuto vincere la guerra e che se lo avessimo seguito ci avrebbe dato l’arma vincente. Purtroppo non è cosi e, come vedremo, Guglielmo Marconi contribuì di più al progresso degli avversari che a quello, non solo militare, italiano. Potremmo dire che lavorò solo in parte in Italia, pur ricevendone onori e facilitazioni, compresi finanziamenti, commesse e licenze esclusive e monopolistiche.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marconi-radio.jpg

Guglielmo Marconi nacque a Bologna, Italia, il 25 aprile del 1874 da Giuseppe Marconi e Annie Jameson e morì a Roma, Italia, il 20 luglio 1937. A lui si deve lo sviluppo di un  sistema di telecomunicazione a distanza via onde radio (telegrafia senza fili o radiotelegrafo), che ebbe notevole diffusione, e la cui evoluzione portò allo sviluppo della radio e della televisione, e in generale di tutti i moderni sistemi e metodi di radiocomunicazione che gli valse il premio Nobel per la fisica nel 1909 condiviso con Carl Ferdinand Braun, «in riconoscimento del suo contributo allo sviluppo della telegrafia senza fili».

Chi fu Marconi?
Non è facile descrivere un personaggio storico così complesso in cui, come vedremo in questo ed in altri articoli, convissero in realtà molti aspetti, anche contraddittori. Parlare di Guglielmo Marconi, di fatto, non è semplice perché si corre il rischio di abbandonarsi alle facili descrizioni di colore.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Marconi-1.jpg

Ingegnere elettrico italiano,  premio Nobel, Guglielmo Marconi con l’apparato radio senza fili, che portò in Inghilterra. Photo by Hulton Archive/Getty Images

Esiste infatti un Marconi scienziato e scopritore, forse più scopritore intelligente che scienziato, capace di captare le occasioni ed assemblare idee e scoperte altrui, in un momento in cui la fisica aveva grandi epigoni e lo scambio di idee ed esperienze era una regola. Esiste, sopra tutto, un Marconi imprenditore, uomo di affari, abilissimo nel tradurre in successo economico-finanziario non solo le sue scoperte ma anche le opportunità che captava con le sue alto locate frequentazioni; esiste poi un Marconi leggendario, forse il più noto, ma esiste un Marconi su cui si sorvola da sempre, per la sua dichiarata adesione al fascismo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marconi-divisa.png

L’unico gerarca che non passò nemmeno dalle forche caudine postume dell’epurazione repubblicana. È notevole, ed ironico allo stesso tempo, che l’unica epurazione Marconi l’abbia subita proprio nel Paese a cui teneva di più, l’Inghilterra: per la sua adesione al fascismo, e le sue dichiarazioni in occasione dell’avventura etiopica, Marconi venne infatti bandito da qualsiasi apparizione o contatto con la BBC.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marconi-in-divisa-ufficiale-di-marina.jpg

Una delegazione italiana visitò gli Stati Uniti tra maggio e luglio 1917, incontrando il Presidente Woodrow Wilson il 24 maggio 1917 e visitando diverse città nei due mesi successivi per discutere la fornitura di materiali attraverso l’Atlantico e le future relazioni tra i due Paesi. Da sinistra a destra: Luigi Borsarelli di Rifreddo, membro della Camera dei Deputati e sottosegretario agli Affari Esteri; Guglielmo Marconi (in divisa della Regia marina italiana) come Ferdinando di Savoia-Genova; Francesco Saverio Nitti (futuro Primo ministro); Augusto Ciuffelli, membro della Camera dei Deputati ed ex Ministro dei Lavori Pubblici ed Enrico Arlotta, già ministro dei Trasporti.

In realtà, nonostante le apparenze, i rapporti tra Guglielmo Marconi e l’Italia furono ambigui, se non difficili, relativi a un Paese in cui non si identificava, che in effetti non amava, e probabilmente snobbava, come si dettaglierà in seguito. A sua difesa, la sola ma essenziale, di Marconi va detto che probabilmente come italiano non sarebbe stato minimamente preso in considerazione nella patria della finanza e dei brevetti, l’Inghilterra, mentre come cittadino inglese, appartenente all’alta borghesia, gli fu concessa ogni facilitazione (e forse qualcosa di più); d’altra parte Marconi era un cittadino inglese “puro e di diritto” non solo per ascendenza materna (la madre irlandese, come è noto, era e rimase sempre cittadina inglese), ma anche il padre, è meno noto, godeva della cittadinanza britannica.

A distanza di tempo, in un’ottica storica sarebbe l’ora di abbandonare stereotipi di «Grande Italiano», «Nuovo Prometeo», «Mitico Demiurgo» del “nostro” secolo passato: in realtà ci si trova di fronte ad un autodidatta, un intuitivo senza una specifica preparazione accademico/scientifica, che però disponeva di notevoli risorse, o poteva accedervi facilmente. Un personaggio sempre caratterizzato da un notevole cinismo, spregiudicato, estremamente attento alla realtà politica del suo tempo, alle amicizie influenti, ai compromessi vantaggiosi, mai disinteressato, che con il passare degli anni venne innalzato, grazie alla retorica fascista, a moderno simbolo del genio italico, ricevendone onori e reale potere.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marconi-mussolini-villa-torlonia-1024x699.png

Marconi e Mussolini a Villa Torlonia

Tutto questo, in pieno clima autarchico e nazionalista, nonostante avesse costruito la sua fortuna e le sue opportunità all’estero, e colà mantenendole, gli permise non di meno di suonare e far suonare la grancassa patriottica del suo paese natale (e solo natale). Lo stereotipo del genio italico che gli permise anche di uscire indenne da una brutta vicenda giudiziaria per il fallimento della Banca Italiana, di sconto della quale era presidente.

Il mito di Marconi
Alla luce di molti dati di fatti il mito di Guglielmo Marconi
dovrebbe essere rivisto.
Come definire il Guglielmo Marconi, inventore della radio, anche se solo per aver depositato una richiesta, molto ambigua, di brevetto venti giorni prima dei concorrenti? L’”inventore” del radar, ma che non fece nulla per realizzarlo nei suoi stabilimenti in Italia, tra l’altro perché gli unici, in una realtà italiana tecnologicamente arretrata, in grado di poterlo fare, anche per la facilità di acquisire componenti dall’estero. Un geniale scopritore o un abile e spregiudicato imprenditore? Nei prossimi articoli conosceremo un Guglielmo Marconi poco noto, che sicuramente ci indurrà a porci molte domande.

Gian Carlo Poddighe

 

immagine in anteprima, la nave esperienze Elettra nella baia di Santa Margherita Ligure, Italia 
.

.

Una sorpresa per te su Amazon Music unlimited   Scopri i vantaggi di Amazon Prime

 

Alcune delle foto presenti in questo blog possono essere state prese dal web, citandone ove possibile gli autori e/o le fonti. Se qualcuno desiderasse specificarne l’autore o rimuoverle, può scrivere a infoocean4future@gmail.com e provvederemo immediatamente alla correzione dell’articolo

,

PAGINA PRINCIPALE

 

PARTE I
PARTE II
PARTE III

 

print
(Visited 209 times, 1 visits today)
Share

1 commento

  1. Marco Marco
    22/06/2021    

    Sono anni che lo dico!, da ricercatore del CNR che non ha mai sopportato l’ “aula Marconi”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della traduzione

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro, e la pubblicazione per qualunque utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite la seguente email: infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

17 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
archeologia
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
astronomia e astrofisica
Biologia
biologia e ecologia marina
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
Didattica a distanza
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
letteratura del mare
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
meteorologia e climatologia
Meteorologia e stato del mare
nautica e navigazione
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
scienze marine
Sicurezza marittima
storia
Storia della subacquea
storia della Terra
Storia Navale
subacquea
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share
Translate »