If you save the Ocean You save the Planet

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Il fenomeno del carsismo di Paolo Gay

livello medio
.
ARGOMENTO: GEOLOGIA
PERIODO: XX SECOLO
AREA: APPENNINI PENISOLA ITALICA
parole chiave: Grotta dell’Alabastro, Orogenesi, grotte, Appennini

 


Caratteristiche delle grotte carsiche

Tutte le grotte di origine carsica, comprese quelle che abbelliscono la costa di Marina di Camerota devono la loro esistenza ad una serie di diversi fattori, che per le nostre esigenze tratterò brevemente: 

Litologia
Con litologia si intende lo Studio dei caratteri fisico-chimici macroscopicamente determinabili che definiscono l’aspetto e il tipo di una roccia. E’ quindi essenziale conoscerne le caratteristiche locali per scoprire la presenza delle grotte. Infatti soltanto nelle rocce carbonatiche (principalmente composte da calcari e dolomie) può verificarsi il fenomeno carsico.

Quando l’acqua penetra nella roccia calcarea, agisce secondo un processo chimico che porta i componenti minerali della roccia principalmente il carbonato di calcio (CaCO3), a passare in soluzione come bicarbonato di calcio, un sale molto solubile che viene portato via, oltre a questa azione chimica, l’acqua svolge un’azione meccanica che ha pure un certo rilievo nella evoluzione della grotta.

L’azione chimica di dissoluzione del carbonato è influenzata notevolmente dal grado di acidità presente nell’ambiente e che è determinato dalla presenza di anidride carbonica (CO2). La variazione del pH (un parametro che indica l’acidità o la basicità di una soluzione) modifica in maniera sostanziale il processo, tanto è vero che l’acqua marina, il cui pH è attorno al valore di 8 (leggermente alcalino) non consente più il verificarsi della dissoluzione. Le dimensioni che spesso raggiungono le grotte, specialmente in riferimento ai grandi saloni che le compongono, non sono imputabili soltanto all’azione dell’acqua.

Vi è infatti, un altro importante agente morfogenico (che genera forme) costituito dalla forza di gravità, che provvede al distacco di parti della volta o delle pareti, aumentando progressivamente il volume delle camere. Il materiale di frana che così si genera viene successivamente rielaborato dall’acqua, selezionato e asportato nelle sue componenti più fini.

Capita a volte che le stesse stalattiti si stacchino e crollino: un esempio di ciò sono i cannoni, un curioso monumento che fa bella mostra di se all’interno della Grotta dell’Alabastro. Ancora fenomeni di tipo gravitativi portano ad ammassare detrito che può occludere completamente le gallerie di comunicazione che, ancora una volta possono essere riaperte dal lavoro dell’acqua, è interessante ricordare come l’ampliamento progressivo verso l’alto possa portare allo sfondamento e crollo completo della volta, dando così origine ad una cavità a cielo aperto. A questo punto l’erosione delle pareti può procedere più rapidamente fino a distruggere completamente la grotta. Un significativo esempio di ciò lo si può trovare nei pressi della Grotta dell’Alabastro (Cala Fortuna grotta dell’occhio di Venere), dove è presente una caratteristica vasca in comunicazione con il mare.

Struttura tettonica
La struttura tettonica è un altro fattore importante per la formazione, la distribuzione e la morfologia delle grotte, dato che la presenza di rotture (faglie) all’interno delle rocce favorisce la scelta del percorso da parte delle acque e determina l’impostazione del reticolo idrografico interno. Inoltre, anche la disposizione e la forma delle bancate calcaree, le relazioni con altri tipi di rocce, i diversi contatti e le varie superfici che si vengono a determinare all’interno di un complesso roccioso nella fase di orogenesi, predispone il futuro andamento del fenomeno carsico. E’ opportuno ricordare la grande importanza dei fenomeni tettonici che hanno coinvolto l’intero massiccio del Monte Bulgheria, e che quindi, sono direttamente responsabili della presenza, disposizione, distribuzione e della forma delle grotte nella zona di Marina di Camerota, sia di quelle sub aeree che di quelle subacquee.

L’idrografia carsica
Si compone di un sistema complesso di cavità, dalle forme e dimensioni più disparate, entro cui circola l’acqua. Questo corpo idrico possiede un livello base che è costituito dalla quota più bassa verso cui l’acqua può scendere e che, generalmente, coincide proprio col livello del mare. Si può comprendere perciò, come le variazioni del livello marino, anche a causa dell’innalzamento tettonico, possa attivare o far cessare il processo carsico. In ultima analisi, le grotte potrebbero essere considerate la porta terminale e accessibile di quel grande acquedotto all’interno delle montagne e che, come nel caso di questa costa, finisce poi per creare innumerevoli sorgenti in prossimità della riva. Quando si incontrano i due tipi di acqua, quella dolce e quella marina, che possiedono caratteri di salinità, temperatura e densità diverse, non avviene nessun mescolamento in condizioni normali, è l’acqua dolce, più leggera galleggia sull’altra provocando un netto piano di separazione tra le due. Questo fenomeno è a volte spettacolare, proprio come nel caso della Grotta dell’Alabastro di cui parleremo nel prossimo articolo.

Restate con noi 

 

Paolo Mario Gay 
istruttore federale CMAS ed operatore tecnico iperbarico, dal 1993 è Titolare di due centri e scuole sub a Marina di Camerota
Ha collaborato con i media Italiani e stranieri nel campo delle Video riprese effettuando partecipazioni a trasmissioni televisive con RAI 1 – RAI 2 – RAI 3 – MEDIASET – RETE 7 –  TV  Svizzera 
Dal 1980 effettua attività di protezione dell’ambiente  per la salvaguardia dei fondali marini. Ha pubblicato diversi manuali tra cui si segnalano:
Introduzione agli ambienti ostruiti – Livello Cavern, Ediz. EDS, 2005
Cilento Sub 75 immersioni tra fauna marina e reperti storici, Ediz. Area Blu, 2018 

Esperto cavern diver (Cave Instructor EDS) ha effettuato numerosi rilievi nelle grotte del Cilento.

Notizie utili per visitare la grotta dell’alabastro:
E’ possibile visitare la grotta tutto l’anno. Unico problema è la temperatura dell’acqua, che all’interno raggiunge i 10 gradi. Questo comporta un lasso di tempo superiore ad un immersione e la necessità di affrontarla con un’adeguata copertura. E’ possibile essere accompagnati nella visita dal Diving Center Marina di Camerota 84059, Marina di Camerota, telefonando al numero cell. 3331521015 per prenotare la visita, oppure essere inseriti nelle visite guidate settimanali.
.

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print

(Visited 186 times, 1 visits today)
Share

4 commenti

  1. Mario Capeti Mario Capeti
    29/06/2020    

    Ottima spiegazione alla portata di tutti, tecnici e non. Esauriente.

  2. 15/06/2020    

    Ciao Paolo e complimenti: sei riuscito a renderci facilmente comprensibile l’argomento!

  3. Ermes Folloni Ermes Folloni
    15/06/2020    

    Ho visitato diverse volte la Grotta dell’Alabastro con Paolo, ma ogni volta è come fosse la prima volta
    Grotta molto interessante sia da un punto di vista Geologico che Biologico…

  4. Giovanni Giovanni
    15/06/2020    

    Gutta cavat lapidem……..
    Ma il fenomeno “carsico” più rilevante è il ricordo delle immersioni alla grotta dell’alabastro.
    Anche quello, ti scava dentro una sorta di enorme spazio da colmare solo con la prossima visita in quel luogo meraviglioso della costa cilentana sempre e solo accompagnato da Paolo Gay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettimi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

0 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

For English readers

 


Do you like what you read and see on our site? OCEAN4FUTURE is a free blog, totally  independent, followed by million of people every year. Although mostly written in Italian Language,  ALL posts may be read in English, and other 36 languages.


We consistently publish Ocean news and perspectives from around the World that you may don’t get anywhere else, and we want to be able to provide you an unfattered reading.

Support us sharing our post links with your friends and, please consider a one-time donation in any amount you choose using one of the donation link in the portal.

Thanks  and stay with us.

OCEAN4FUTURE

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

Share