If you save the Ocean You save the Planet

Eventi

OCEAN4FUTURE

La conoscenza ti rende libero

su Amazon puoi trovare molti libri sulla storia del mare (ma non solo) e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

i 100 libri da non perdere

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

The Historical Diving Society Italia

Reading Time: 5 minutes

1Il 24 aprile del 1994 nasceva a Marina di Ravenna The Historical  Diving  Society Italia, una associazione che si poneva come obiettivo la ricerca, la conservazione e la divulgazione della storia dell’immersione. Soci fondatori erano Leslie Dolejal, Joe Steel, Faustolo Rambelli, Federico De Strobel, Paolo Vistoli, Francesco Lo Savio e Pasquale Longobardi. HDS Italia è collegata con una sorta di emanazione/gemellaggio ad altre HDS nel mondo che si sono date lo stesso obiettivo e un simile atto costitutivo. Esse sono:

“HDS, UK” sorta nel 1990 “HDS, USA” sorta nel 1992

“HDS, South Africa” sorta nel 1995  “HDS, Denmark” sorta nel 1996

“HDS, Australia and South East Asia” sorta nel 1997

“HDS, Canada” sorta nel 1998  “HDS, Germany” sorta nel 1999

“HDS, Mexico” sorta nel 1999 “Swedish Diving Historical Society” sorta nel 1979

“HDS, Russia” sorte nel 1999 “HDS, Norway” sorta nel 2000

“HDS, France” sorta nel 2002  “HDS, Poland” sorta nel 2005

“HDS, España” sorta nel 2006  “HDS, Czech Repubblic” sorta nel 2009

2The Historical Diving Society Italia non è legata ad alcuna federazione, corporazione, editoria, scuola, didattica. E’ semplicemente il punto d’incontro di tutti gli appassionati dell’attività subacquea che abbiano a cuore il retaggio culturale, la storia, le tradizioni di questa affascinante attività umana nata insieme all’uomo. E del recupero, conservazione e divulgazione ha fatto la sua mission.

La sede dell’associazione si trova a Marina di Ravenna, sede anche del MAS, il Museo delle Attività Subacquee, creato e gestito dall’Associazione, il primo Museo Nazionale delle Attività Subacquee creato in Italia. HDS Italia da oltre vent’anni è il motore di una serie di iniziative tutte rivolte alla divulgazione di questa interessante branca della storia umana. E’ bene elencarle per comprendere appieno come la passione, unita al sostegno di poco più di duecento soci, possa aver creato un motore che in Italia rappresenta il punto di riferimento quando si parla di storia delle attività subacquee. Oltre al citato Museo, HDS Italia è sempre stata presente a tutte le varie edizioni dell’European Diving Show con un suo stand e una sua mostra divulgativa, il tutto con la sponsorizzazione di EUDI e Assosub, l’Associazione dei Produttori e degli Operatori della Subacquea.

3

HDS Italia ha promosso dodici convegni su vari temi legati alla storia delle attività subacquee, assegnando venticinque riconoscimenti (awards) ad altrettanti fondamentali personaggi nel campo delle attività subacquee. Ha promosso la pubblicazione di svariate opere letterarie sempre nel settore, che sono diventate dei must per tutto gli appassionati. Inoltre, pubblica una rivista, HDS Notizie, arrivata oggi al numero 63, e che ha segnato la vera divulgazione della storia dell’immersione.

5

In passato HDS è stata fondatrice di una Scuola Palombari Sportivi per l’insegnamento della antica arte del Palombaro. All’interno di queste fondamentali attività culturali, alcuni dei suoi consiglieri e soci si sono dedicati particolarmente all’attività divulgativa attraverso l’organizzazione e partecipazione a serate dedicate a tema presso associazioni sportive, club subacquei, organizzazioni varie.

4Ci sono state altre attività importanti, forse atipiche per una associazione “italian style” e tra queste mi piace ricordare l’incredibile recupero del tesoro del Polluce. Il Polluce era un piroscafo di circa 50 metri che trasportava un vero e proprio tesoro, non dichiarato nelle polizza di carico, che il 17 giugno 1841 a seguito della collisione con il Mongibello affondò nelle acque di porto Azzurro in 103 metri di fondale.Dopo il tentativo infruttuoso di recupero effettuato lo stesso anno dall’Armatore, altri tentavi effettuati ai primi del XX° secolo sono falliti per la mancanza di riferimenti sulle coordinate del relitto.
Nel 2000 un gruppo di inglesi, nella più completa illegalità, aveva operato una razzia sul relitto con l’utilizzo di una benna manovrata da una gru posta su un rimorchiatore, che distrusse la parte superiore del relitto, recuperando parte del carico. Fortunatamente detto materiale è stato ritrovato e restituito allo Stato Italiano e gli inglesi sono ora sotto processo appena iniziato a Portoferraio, ma buona parte del carico era ancora nelle stive del Polluce a 103 metri di profondità.

Il recupero del rimanente carico del piroscafo era cosa possibile ma problemi economici non lo avevano ancora permesso. A questo punto entrò in campo HDS italia in rappresentanza di una cordata di sponsor privati (Marine Consulting –  CNS Coop. Nazionale sommozzatori –  Capmar Studios) alle quali, in seguito, si aggiunse, in qualità di co-sponsor, il Comune di Porto Azzurro, che sulla base di un contratto con la Sopraintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, finanziarono l’operazione di recupero. A HDSI fu stato concesso il diritto di sfruttamento del materiale recuperato (documentari e mostre), che naturalmente è di proprietà dello Stato Italiano, per la durata contrattuale. Iniziò quindi l’Operazione “Recupero Polluce” che si svolse con la tecnica dell’immersione in saturazione fino ad oggi riservata al mondo dell’Off-Shore.

6Tutto questo e molto altro potrete leggere sul sito di HDS Italia, www.hdsitalia.org, ma soprattutto spero di aver fatto venire nei lettori la voglia di associarsi a questa organizzazione che ha necessità di avere alle spalle un numero sempre più alto di “sponsor” per continuare nel suo mandato culturale.

vitale fabioIn qualità di consigliere da molti anni di questa grande associazione, mi piace dire che HDS Italia è la casa comune per tutti, subacquei e non, che pensino sia importante per tutti avere come riferimento per il futuro la storia del proprio passato, compresa anche quella avventurosa dell’immersione.

 

 

Fabio Vitale
Storico della subacquea
Consigliere HDS Italia

 

 

 

 

 

print
(Visited 147 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo degli articoli e delle immagini pubblicate è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore degli stessi che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettetemi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

4 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

I più letti di oggi

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

> Per contatti di collaborazione inviate la vostra richiesta a infoocean4future@gmail.com specificando la vostra area di interesse
Share