If you save the Ocean You save the Planet

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Recensioni librarie: “Viribus Unitis” di Stefano Roselli

 livello elementare
.
ARGOMENTO: RECENSIONE
PERIODO: XXI SECOLO
AREA: NA
parole chiave: libro

Durante le feste, ho ricevuto da un vecchio amico il suo ultimo romanzo, Viribus Unitis, Tragicomiche memorie e gesta della “Famiglia Retrograda” e di una generazione devastata. Va premesso che il titolo Viribus Unitis non ha niente a che fare con la storia della famosa corazzata della imperiale marina austro-ungarica. Non racconta la storia di quella nave ammiraglia, fiore all’occhiello della flotta, che fu affondata il 1 novembre 1918 da Raffaele Rossetti e Raffaele Paolucci nel golfo di Pola grazie alla famosa mignatta, un mezzo d’assalto semi subacqueo che portò in seguito allo sviluppo del siluro a lenta corsa, meglio conosciuto come “maiale”. Niente di tutto ciò.


Stefano Roselli
, in quattordici racconti, in parte autobiografici, naviga in epoche, circostanze, luoghi e situazioni vissute dalla prima infanzia alla sua maturità. Avendo condiviso con l’autore due anni in Accademia Navale, sono restato incuriosito dalla sua opera che narra, nel racconto centrale, “Il levriero Muto“, le esperienze di vita vissute in Accademia Navale di Livorno e nella campagna estiva con l’Amerigo Vespucci che effettuammo nei mari del nord. Sono sicuro che chi nel tempo ha vissuto le stesse esperienze si ritroverà nelle parole di Roselli.

Come viene riassunto nella quarta di copertina, questa raccolta, scritta con tono ironico ma a tratti anche drammatico, fornisce un pretesto per ripercorrere quella che viene definita “la lunga iperbole di astruse e contraddittorie situazioni vissute da una generazione dalla fine degli anni Sessanta ad oggi“, quella generazione che lui definisce appunto “Viribus”. Al centro dell’intera narrazione la “Famiglia Retrograda”, composta dal tipico nucleo familiare di allora, ovvero il padre “capofamiglia”, la madre casalinga, la nonna a carico e il fratello, scherzosamente denominata retrogada perché portatrice all’epoca di quei valori ormai in via di progressiva “contaminazione” e messi in discussione dal processo di profonda trasformazione sociale che stiamo vivendo.

Uno spaccato di vita che ci racconta di un ufficiale di Marina suo malgrado “mancato”, che vede frantumarsi i suoi sogni a causa di una malattia incompresa non tanto nella diagnosi ma delle conseguenze, e del comune spirito e i tipici caratteri di una generazione che ha segnato la storia recente.

Un titolo, Viribus Unitis,  certamente stravagante che si riferisce ad una locuzione latina che significa letteralmente “con le forze unite” ed è più liberamente traducibile con “tutti assieme” o “l’unione fa la forza”. Si trattava del motto dell’Impero austro-ungarico adottato già nel 1848 dal mitico imperatore Francesco Giuseppe per infondere coraggio nelle proprie truppe e spingerle contro il nemico all’estremo sacrificio. L’autore utilizza l’appellativo “Viribus Unitis” usato, in epoche perdute per etichettare potenti ed invincibili navi da battaglia, e ora da lui, per battezzare una generazione, quella indistruttibile dei nati tra gli anni Cinquanta e Sessanta, che “ha dovuto affrontare e subire tutti gli effetti più devastanti della trasformazione sociale da quegli anni ad oggi“.

Una generazione “Viribus” dunque, che tuttavia in un totale fallimento degli obiettivi prefissati e dopo mille peripezie si è per molti ritrovata verso la fine del lungo viaggio e con la complicità di crisi economiche, familiari, guerre sociali e malattie senza più punti di riferimento, nelle medesime condizioni materiali e logistiche di partenza.

In altre parole per uno strano gioco del destino, ritrovati “a casa di “Papà e Mammà”, presso quella che scherzosamente,  in maniera forse un pò troppo irriverente” denominata “famiglia retrograda”, ultimo rifugio sicuro in un mondo, quello attuale, che sembra dal punto di vita dei riferimenti etici e morali essere andato fuori controllo.
.

L’autore si domanda, analizzando questa navigazione nei mari della vita, se tutto ciò che ci circonda possa fornirci oggi più di uno spunto di riflessione. Le figure familiari, in  adolescenza a volte criticate, dimostrano, grazie alla loro rivisitata saggezza, di avere col senno di oggi per molte questioni ragione. Questo è il messaggio, scritto tra le pagine seppur con ironia ed un certo sarcasmo,  che Roselli vuol trasmettere in un mondo 3.0 che sembra viaggiare su binari paralleli senza una destinazione ben definita ma in continua evoluzione. Questo non significa che si auspichi un ritorno al passato, ma che valga ancora la pena riflettere anche su quanto, in questo intricato processo evolutivo, sia forse andato ingiustamente perduto e valga la pena recuperare.

In sintesi,  racconti scritti in maniera volutamente ironica e goliardica, che si riferiscono a tempi e luoghi diversi, dalla adolescenza alla maturità dell’autore, in situazioni comiche ma a tratti anche drammatiche, che attraversano mezzo secolo dagli anni settanta ad oggi. Un libro interessante che tra un’ironia e l’altra fa sicuramente riflettere. Buona lettura.

 

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print

(Visited 161 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettimi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

9 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

For English readers

 


Do you like what you read and see on our site? OCEAN4FUTURE is a free blog, totally  independent, followed by million of people every year. Although mostly written in Italian Language,  ALL posts may be read in English, and other 36 languages.


We consistently publish Ocean news and perspectives from around the World that you may don’t get anywhere else, and we want to be able to provide you an unfattered reading.

Support us sharing our post links with your friends and, please consider a one-time donation in any amount you choose using one of the donation link in the portal.

Thanks  and stay with us.

OCEAN4FUTURE

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

Share