If you save the Ocean You save the Planet

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Aggiornamento sulla Normativa di riferimento per le attività subacquee edito da Guardia costiera italiana

livello elementare
.
ARGOMENTO: NORMATIVA SUBACQUEA
PERIODO: ODIERNO
AREA: ITALIA
parole chiave: normativa, norme UNI, ISO, CEN)

Pensando di fare cosa gradita, pubblichiamo la normativa di riferimento per le attività subacquee edito dalla Guardia costiera italiana (2019).

Sicurezza e salvaguardia della vita umana in mare nel settore della subacquea ricreativa
I settori della subacquea professionale e ricreativa, profondamente interconnessi eppure tanto diversi nelle finalità e nelle dinamiche, rappresentano da sempre una delle componenti dell’orizzonte cui il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera rivolge la propria attenzione, sia per i molteplici profili tecnico-amministrativi che gli Uffici marittimi sono chiamati a svolgere a beneficio del settore, sia – soprattutto – per gli aspetti legati alla sicurezza e alla salvaguardia della vita umana in mare.

Occorre sottolineare come in Italia non esista alcun dispositivo normativo che regoli tali attività. Nel caso della subacquea ricreativa la carenza di una fonte giuridica primaria è ancor più stridente se accostata alla grandissima diffusione del fenomeno, un comparto di eccezionale vitalità e interesse dato l’appeal turistico delle nostre coste. Proprio relativamente ai profili istituzionali di sicurezza, in carenza di quadro normativo specifico, la Guardia Costiera italiana ritiene che l’attività subacquea ricreativa debba ricondursi a quelle “norme tecniche” e agli standard qualitativi che oggi contraddistinguono il settore.

Per tali motivazioni, è possibile consultare sul sito istituzionale le norme emanate dagli Organismi Internazionali, finalizzate a garantire la qualità del servizio ed accrescere la sicurezza nelle attività subacquee ricreative che si sostanziano in documenti che precisano “come far bene le cose”, in linea con le basilari norme di prudenza.

Ci si riferisce a quei precetti e regole di buona tecnica che gli organismi di normazione, internazionale, europea e nazionale (ISO, CEN, UNI specificati nella nota), hanno nel tempo elaborato e che, a oggi, rappresentano la sintesi delle professionalità e dell’elaborazione scientifica del settore, seppure con la valenza non giuridica che ad oggi conferisce loro il Regolamento (UE) 1025 del 2012.

A tali regole non si può non segnalare, anche la speciale forma di responsabilità definita come “amministrativa”, delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni prive di personalità giuridica, di cui al D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, in base al quale risulta essere necessario il saper individuare le condizioni in cui applicare il testo unico per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Rivolgetevi sempre a professionisti qualificati … la formazione è importante e riduce i pericoli di qualsiasi attività sportiva

Norme tecniche sull’attività subacquea ricreativa:
Norma numero : UNI EN 14467:2006 (*)
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per i fornitori di servizi per l’immersione subacquea ricreativa
Data entrata in vigore : 09 marzo 2006
Sommario: La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14467 (edizione febbraio 2004). La norma specifica i requisiti per i fornitori dei seguenti servizi nell’ambito dei servizi per l’immersione:
addestramento e formazione;
immersioni guidate e organizzate;
fornitura dell’attrezzatura per le immersioni.
I fornitori di servizio possono offrire uno o più dei precedenti servizi. La norma definisce la natura e la qualità dei servizi al cliente e si applica solamente in un ambito contrattuale.

Norma numero : UNI EN ISO 24801-1:2014
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per la formazione di subacquei ricreativi – Parte 1: Livello 1 – Subacqueo non autonomo e/o guidato (Supervised Diver)
Data entrata in vigore : 27 maggio 2014.
Sommario: La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 24801-1 (edizione aprile 2014). La norma specifica le competenze che un subacqueo ricreativo deve acquisire per ottenere la qualifica di subacqueo ricreativo di livello 1  “Subacqueo non autonomo” e/o guidato dall’Organizzazione di formazione, specificando i criteri di valutazione di tali competenze.

 

Norma numero : UNI EN ISO 24801-2:2014
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per la formazione di subacquei ricreativi – Parte 2: Livello 2 Subacqueo autonomo (Autonomous Diver)
Data entrata in vigore : 27 maggio 2014
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 24801-2 (edizione aprile 2014). La norma specifica le competenze che un subacqueo ricreativo deve acquisire affinché gli venga assegnata la qualifica di subacqueo ricreativo di 2 livello “Subacqueo autonomo” dall’Organizzazione di formazione, specificando i criteri di valutazione di tali competenze.

Norma numero : UNI EN ISO 24801-3:2014
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per la formazione di subacquei ricreativi – Parte 3: Livello 3 – Guida subacquea (Dive leader)
Data entrata in vigore : 27 maggio 2014.
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 24801-3 (edizione aprile 2014). La norma specifica le competenze che un subacqueo ricreativo deve acquisire affinché gli venga assegnata la qualifica di subacqueo ricreativo di 3 livello “Guida subacquea”, specificando i criteri di valutazione di tali competenze.

 

Norma numero : UNI EN ISO 24802-1:2014
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per la formazione degli istruttori subacquei – Parte 1: Livello 1
Data entrata in vigore : 27 maggio 2014
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 24802-1 (edizione aprile 2014). La norma specifica le competenze che un istruttore subacqueo deve acquisire affinché gli venga assegnata la qualifica di istruttore subacqueo dall’Organizzazione di formazione, che indica che egli ha raggiunto o superato il livello 1 di istruttore subacqueo e specifica i criteri di valutazione di tali competenze.

Norma numero : UNI EN ISO 24802-2:2014
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per la formazione degli istruttori subacquei – Parte 2: Livello 2
Data entrata in vigore : 27 maggio 2014
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 24802-2 (edizione aprile 2014). La norma specifica le competenze che un istruttore subacqueo deve acquisire affinché gli venga assegnata la qualifica di istruttore subacqueo dall’Organizzazione di formazione, che indica che egli ha raggiunto o superato il livello 2 di istruttore subacqueo e specifica i criteri di valutazione di tali competenze.

 

Norma numero : UNI ISO 11107:2010
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per i programmi di addestramento per le immersioni con aria arricchita nitrox (EAN)
Data entrata in vigore : 24 giugno 2010.
Sommario : La norma specifica il livello di competenza richiesto ad un subacqueo per conferirgli una certificazione di subacqueo con aria arricchita nitrox da parte di una organizzazione di addestramento. La norma specifica, inoltre, le condizioni alle quali deve essere fornito questo addestramento, in aggiunta ai requisiti generali per i servizi di immersione ricreativa specificati nella ISO 24803.

Norma numero : UNI ISO 11121:2017
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per i programmi di addestramento introduttivi alle immersioni subacquee
Data entrata in vigore : 08 marzo 2017
Sommario : La norma specifica i requisiti minimi per le organizzazioni di addestramento che offrono programmi di addestramento introduttivi all’esperienza di immersione subacquea, rivolti a non subacquei. Si applica a programmi che includono partecipanti che sono portati in un ambiente acquatico aperto. Essa non si applica a programmi che sono condotti esclusivamente in un ambiente acquatico confinato (per esempio le piscine).La norma specifica, inoltre, le condizioni alle quali deve essere fornito questo servizio, in aggiunta ai requisiti generali per i servizi di immersione ricreativa specificati nella ISO 24803.

Norma numero : UNI EN ISO 13293:2013
Titolo : Servizi per l’immersione ricreativa – Requisiti per programmi di formazione per miscelatore di gas
Data entrata in vigore: 16 maggio 2013
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 13293 (edizione novembre 2012). La norma specifica i requisiti per i programmi di formazione per miscelatore di gas e le competenze richieste per una persona al fine di ottenere da una organizzazione di formazione un certificato di “Miscelatore di gas” attestante che soddisfa o eccede i requisiti specificati nella presente norma internazionale. Essa specifica due livelli di qualifica di miscelatore di gas: Miscelatore di gas di Livello 1 e Miscelatore di gas di Livello 2.

la Guardia Costiera è al tuo servizio per la sicurezza in mare

Norma numero : ISO 13289:2011
Titolo : Recreational diving services — Requirements for the conduct of snorkelling excursions
Data entrata in vigore : 29 novembre 2011.

Norma numero : ISO 13970:2011
Titolo : Recreational diving services — Requirements for the training of recreational snorkelling guides
Data entrata in vigore : 29 novembre 2011.

Norma numero : ISO 24803:2017
Titolo : Recreational diving services — Requirements for recreational scuba diving service providers
Data entrata in vigore : 08 marzo 2017

NOTE
ISO (International Organization for Standardization), con sede a Ginevra (Svizzera). I suoi membri sono gli organismi nazionali di standardizzazione di 164 paesi al mondo, riuniti allo scopo di razionalizzare e complementare l’insieme di standard vigenti, nonché favorire in tutto il mondo la normazione, elaborare e pubblicare le norme tecniche internazionali necessarie a favorire scambi di beni e servizi in tutti i campi ad eccezione di quello elettrotecnico. Le norme tecniche sviluppate dall’ISO vengono poi approvate dall’organismo di certificazione europeo CEN, e a sua volta tradotte e introdotte nel sistema italiano di certificazione dall’UNI.

CEN (Comité Européen de Normalisation), con sede a Bruxelles (Belgio). I suoi membri sono i 28 istituti di standard nazionali dei paesi UE, allo scopo di elaborare e pubblicare le norme tecniche europee necessarie a favorire scambi di beni e servizi in tutti i campi ad eccezione di quello elettrotecnico.

UNI (Ente di Unificazione Italiano) con sede a Milano. E’ un’associazione di diritto privato con personalità giuridica, allo scopo di elaborare e pubblicare le norme tecniche nazionali in tutti i campi ad eccezione di quello elettrotecnico.

(*) Per una rapida consultazione a favore dell’utenza, si rende disponibile la traduzione, non ufficiale, delle norme che regolano le attività dei Centri di Immersione, significando che l’Ente Italiano di Normazione ha reso la stessa, norma nazionale a decorrere dall’anno 2006 (UNI/EN 14467). La paritetica ISO 24803 ha subito un aggiornamento in data 08 marzo 2017.

BUONE IMMERSIONI E, PER QUALSIASI DUBBIO, RIVOLGETEVI SEMPRE AGLI UFFICI COMPETENTI DELLA GUARDIA COSTIERA

​​Per l’emergenza in mare è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.
Come usufruire del servizio? Da Telefonia Mobile o Fissa, contattando il 1530, si attiverà la Capitaneria di porto competente per giurisdizione o in caso di saturazione delle linee, automaticamente la chiamata sarà smistata alla Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto che provvederà a raccogliere i dati e comunicarli alla Capitaneria competente.​

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print

(Visited 1.791 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 37 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettimi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

1 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

For English readers

 


Do you like what you read and see on our site? OCEAN4FUTURE is a free blog, totally  independent, followed by million of people every year. Although mostly written in Italian Language,  ALL posts may be read in English, and other 36 languages.


We consistently publish Ocean news and perspectives from around the World that you may don’t get anywhere else, and we want to be able to provide you an unfattered reading.

Support us sharing our post links with your friends and, please consider a one-time donation in any amount you choose using one of the donation link in the portal.

Thanks  and stay with us.

OCEAN4FUTURE

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

Share