If you save the Ocean You save the Planet

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Ben arrivata GoPro Hero 7 black

livello elementare
.
ARGOMENTO: FOTOGRAFIA
PERIODO: ODIERNO
AREA: VIDEOFOTOGRAFIA
parole chiave: GoPro, subacquea

 

Oggetto di desiderio di molti, la piccola ma prestante GoPro è diventata la fotocamera subacquea più popolare al mondo. La sua attrattività può essere sintetizzata nella sua compattezza, il relativamente basso costo e le sue grandi potenzialità che consentono di girare video discreti anche a video operatori subacquei non professionisti. Non fa miracoli ma è sicuramente uno strumento accattivante che vi darà molte soddisfazioni.

Questa prima recensione sul nuovo modello raccoglie le opinioni di diversi esperti GoPro che ne hanno sottolineato le differenze. La GoPro HERO7 Black sembra essere di gran lunga la migliore GoPro mai realizzata, decisamente superiore alla precedente e validissima GoPro HERO6 Black grazie ad una forse più efficiente stabilizzazione video HyperSmooth, il TimeWarp Video e la modalità SuperPhoto. Ci arriveremo.

Vediamo alcune sue caratteristiche:

La GoPro HERO7 è disponibile in vari modelli ma solo la HERO7 Black è impiegabile sott’acqua (oltre i 10 metri di profondità) con la custodia Super Suit. Tutti i modelli possono essere comunque utilizzati facendo snorkeling.

Stabilizzazione dell’immagine
Forse il miglioramento maggiore rispetto al modello Hero 6 è la stabilizzazione dell’immagine che risulta estremamente morbida nelle riprese terrestri ma apprezzabile anche sott’acqua. Inoltre la GoPro HERO7 Black è la prima a vantare la rotazione automatica verticale dello schermo LCD.

Esposizione automatica, Bilanciamento del bianco automatico, Contrasto e Colori
Sebbene la HERO6 Black e HERO7 Black appaiono piuttosto comparabili, il principale vantaggio della 7 è sullo sfondo che appare decisamente migliore e più saturo di quello della 6 e della 5. In superficie/facendo snorkeling la GoPro HERO7 fornisce un tono di blu eccellente rispetto alla GoPro HERO6. Ciò consente di ottenere video subacquei più brillanti, dall’aspetto professionale senza l’uso di filtri o post-elaborazione.

TimeWarp Video
La funzione video Time Warp è estremamente interessante perché apre molte porte per una varietà di usi creativi e consente di effettuare video fluidi a mano libera senza problemi mentre ci si muove. In pratica si tratta di un efficiente TimeLapse con stabilizzazione video. Molto divertente. 

Stabilizzazione HyperSmooth
Dall’analisi dei video subacquei, filmati con diverse fonti di luce (da 2000 lumen e 2500 lumen) per catturare diverse inquadrature sia grandangolari che macro, la stabilizzazione è apparsa particolarmente efficiente nelle scene di macro.

Foto in modalità SuperPhoto
Sia GoPro HERO6 che HERO7 Black possono scattare eccellenti foto se in prossimità del soggetto ed in buone condizioni di illuminazione. Le regole non si cambiano e nessuna macchina fa miracoli. Per la foto subacquea, la GoPro HERO7 Black appare avere un piccolo vantaggio, con un contrasto e una nitidezza migliori. Da segnalare che la nuova serie 7 presenta finalmente la possibilità di orientare l’inquadratura in verticale.
Con la modalità SuperPhoto abilitata la HERO7 Black analizza la scena fotografata e sceglie in modo intelligente il miglior processo di miglioramento e offre, anche con luce ambientale, una qualità d’immagine migliore rispetto all’HDR su HERO6. Non appare però essere sempre sufficiente (immagini scure in distanza) ed è preferibile accoppiare alla macchina delle sorgenti luminose come, ad esempio, gli ottimi fari Easydive Revolution.

La modalità offre due opzioni: HDR e AUTO
HDR cattura le stesse foto ad alta gamma dinamica già presenti nella HERO6 Black mentre AUTO analizza un’ampia gamma di statistiche di scena, come la gamma dinamica, la luce disponibile e il movimento della scena, selezionando automaticamente uno dei seguenti metodi per l’elaborazione dell’immagine:

Impostazioni di GoPro in modalità video
Risoluzione e aspetto
La GoPro riprende in due aspetti (rapporto tra larghezza e altezza del video) ovvero 16:9 e 4:3. Come sappiamo il primo, il 16:9, è il rapporto standard per il video, mentre 4:3 è quello standard per le foto.

Il sensore GoPro ha un aspect ratio di 4:3 circa 4000 px per 3000 px. Pertanto, quando si riprende in 4K 4:3, la GoPro utilizza fondamentalmente il sensore di immagine completo. Quando si riprende a 4K normale (16:9), la GoPro utilizza invece l’intera larghezza del sensore di immagine ma non l’intera altezza. Per risoluzioni inferiori, la GoPro ridimensiona il video da 4K.

Frequenza dei fotogrammi
C’è la possibilità di scegliere un gran numero di frame rate. 30 fps è la frequenza fotogrammi video standard, mentre 24 fps è la frequenza fotogrammi per il cinema. Il 60fps o superiore consente di effettuare video al rallentatore quando viene messo al normale 30 fps. Il 60fps può fornire video subacquei più fluidi del 30 fps.


Il 240 fps a 1080p equivalgono a 8x al rallentatore, per un normale video a 30 fps. Questa possibilità è interessante e può consentire di fare video anche in slow motion.

Campo visivo
GoPro HERO7 ha diverse opzioni di scelta del campo visivo principali: ampia e lineare e superview. 

Ampia (Wide) è una visione ampia dell’obiettivo, che dà un effetto fisheye per consentire belle riprese grandangolari. Nelle proporzioni 16:9 (standard) restituisce un campo visivo diagonale di 133,9 gradi o un campo visivo diagonale di 70,8 gradi quando viene ingrandito completamente.

Lineare è il campo visivo senza l’effetto fisheye. Nelle proporzioni 16:9 (standard) offre un campo visivo diagonale di 95,5 gradi quando si esegue lo zoom indietro o un campo visivo di 57.4 gradi in diagonale quando si esegue lo zoom.

Superview modifica il video 4:3 e lo modifica verticalmente per convertirlo in video 16:9. Poiché il video 4:3 è più alto del video 16:9, questo consente di acquisire scene con un campo visivo verticale più ampio, ma di riprodurlo nel formato 16:9.

Attenzione: GoPro non possiede zoom ottici, per cui nella funzione zoom usa solo una piccola area del sensore. Questo è il motivo per cui non si può aumentare lo zoom quando si scatta in 4K. Qualora lo si desideri bisognerà abbassare la risoluzione.

Sott’acqua, la GoPro HERO7 presenta gli stessi problemi della Hero6 in quanto non è possibile eseguire lo zoom in immersione. Quindi dovrà essere settato prima di inserire la Hero nella custodia subacquea (ovviamente rimarrà attivato durante l’intera immersione). In alternativa è sempre possibile girare video wide in 2.7K o 4K e poi ritagliarli in post-produzione.

Modalità di scatto consigliate
Gli esperti raccomandano di filmare i video macro e grandangolari a 2.7K con 60 fps, utilizzando un ampio campo visivo (completamente ingrandito), attivare la stabilizzazione di Hypersmooth. Volendo si potrà poi modificare il filmato in un secondo tempo (ad esempio a 1080 e 30 fps, un formato più che sufficiente per l’utilizzo nel web. Tra l’altro connettendo la videocamera all’App GoPro, Quik App creerà automaticamente un montaggio avanzato attraverso un editing completo, ottenendo un video da condividere su tutti i tuoi social semplicemente con il tocco di un dito.

Tornando al formato, il 2.7K fornisce quella risoluzione extra per consentire il ritaglio e la stabilizzazione senza alcun compromesso sulla qualità del nostro video finale a 1080 risoluzione. Inoltre i 60 fps aiutano a ottenere un filmato subacqueo un pò più fluido, che può essere rallentato a 30 fps senza farlo sembrare mosso. Questo è particolarmente importante per i video macro, in quanto consente di catturare scene veloci rendendole molto più interessanti. Ovviamente il 4K da una risoluzione più alta ma su un normale monitor di un computer o su una televisione di dimensioni medie le differenze non si notano. Inoltre, il video 4K è molto grande e difficile da modificare.

In altre parole, meglio usare il 2.7K a 60 fps per la stragrande maggioranza delle esigenze degli utenti GoPro e usare il formato 4K solo se stai facendo filmati di qualità cinematografica/broadcast. Basta quindi non impostarlo di default ed usarlo solo se hai una buona ragione per farlo.

Custodia subacquea Super Suit (massimo 60 metri)
Per inserire l’HERO7 Black nell’involucro stagno per immersioni Super Suit è necessario rimuovere prima il coperchio dell’obiettivo impermeabile ruotandolo verso sinistra e aprendolo. Quindi rilasciare la videocamera e bloccare il fermo. La custodia protegge la Go Pro Hero7 Black fino alla profondità massima di 60 metri.

Per chi volesse di più, consiglio il GoPro Hero Case di Easydive in alluminio anodizzato utilizzabile sulla gamma GoPro Hero Black da 5 al 7.

 

 

Il case è realizzato partendo da un unico blocco di alluminio che garantisce una profondità massima di 250 metri. Tutti i comandi sono accessibili tramite pulsanti meccanici. Una vera garanzia.


Conclusione

In sintesi, la nuova GoPro HERO7 Black appare avere alcuni importanti miglioramenti rispetto alla HERO6 Black ed è di gran lunga la migliore GoPro disponibile sul mercato consentendo di ottenere dei video subacquei di qualità notevolmente superiore alle precedenti. Offerta ad un costo accessibile è consigliata sia agli amanti del mare che vogliono condividere sui social network le loro esperienze nel continente blu sia ai subacquei più evoluti che possono sfruttare le sue modalità per filmati mozzafiato.

I prodotti GoPro possono essere acquistati anche su Amazon insieme ai loro accessori … Buon divertimento

  
..

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print
(Visited 753 times, 5 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettimi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

16 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

For English readers

 


Do you like what you read and see on our site? OCEAN4FUTURE is a free blog, totally  independent, followed by million of people every year. Although mostly written in Italian Language,  ALL posts may be read in English, and other 36 languages.


We consistently publish Ocean news and perspectives from around the World that you may don’t get anywhere else, and we want to be able to provide you an unfattered reading.

Support us sharing our post links with your friends and, please consider a one-time donation in any amount you choose using one of the donation link in the portal.

Thanks  and stay with us.

OCEAN4FUTURE

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

Share