If you save the Ocean You save the Planet

NO PLASTIC AT SEA

NO PLASTIC AT SEA

Petizione OCEAN4FUTURE

Titolo : Impariamo a ridurre le plastiche in mare

Salve a tutti- Noi crediamo che l'educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado sia un processo irrinunciabile. Crediamo che l'esempio valga più di mille parole. Siamo arrivati a oltre 4000 firme ma continuiamo con la speranza che la classe politica comprenda l'emergenza in cui siamo, speriamo con maggiore coscienza
seguite il LINK per firmare la petizione

Ultimi articoli

  Address: OCEAN4FUTURE

su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Esplorando nel blu profondo: Luigi Casati

livello elementare
.
ARGOMENTO: PROTAGONISTI DEL AMRE
PERIODO: XX-XXI SECOLO
AREA: NA
parole chiave: esploratori

.gigi-casati

Parliamo oggi di un famoso esploratore e speleonauta italiano, Luigi Casati, un subacqueo ormai di fama internazionale per le sue esplorazioni effettuate in moltissime cavità del mondo con diversi record di profondità e/o di lunghezza dell’esplorazione, sia in circuito aperto che con sistemi a circuito chiuso. Tra le sue esplorazioni principali le Grotte di Oliero e la sorgente Gorgazzo in Italia e quelle effettuate a Vrelo Une (Croazia) ed a Matka Vrelo (Macedonia). Nel 2008 ha raggiunto la profondità di -212 metri nelle sorgenti del Gorgazzo a Polcenigo conquistando il record dell’esplorazione più profonda di una sorgente italiana.

Oggi parleremo delle sue ultime due eccezionali esplorazioni effettuate in Croazia, dove potremmo dire che ormai Luigi è di casa. La prima compiuta alla sorgente di Sinjac, dove nel 1999 si era raggiunta la profondità di -103 metri e che Luigi aveva successivamente portato a -119 (2004) e -155 (2006). In tali  occasioni furono effettuate molte scoperte compresa la presenza di un verme  che vive nelle profondità di questa cavità.
.

La sorgente di Sinjac, che si trova in Croazia nel paese di Jezero, era stata precedentemente oggetto di numerose esplorazioni ma mai nessuno si era spinto a tanto. sinjac-_sezione_dNella sua ultima esplorazione Casati ha raggiunto alla sorgente di Sjniac l’incredibile profondità di 203 metri (nella esplorazione del 2006 si era fermato a 155 metri), portando lo sviluppo della sezione esplorata a 420 metri, di cui ben 230 oltre i 100 metri. L’occasione ha permesso anche di realizzare uno schizzo topografico del sito. Di questa prima immersione abbiamo un breve video che ci permetterà di scendere, almeno virtualmente in quelle profondità.

 

Forse ancora più importante la sua seconda esplorazione che ha avuto luogo nell’incantevole laghetto di Vrelo Une. Il laghetto è la sorgente del fiume Une che in seguito scorre in Bosnia e dà origine ad un parco naturale. Un laghetto che viene descritto di un blu intenso, con una larghezza di circa 50 metri ed una lunghezza di una ventina. Guardandolo dall’esterno  inviterebbe a fare un bel bagno se non fosse che la temperatura delle sue acque è di soli 8 gradi.

casati-00

Luigi Casati, alternandosi nell’esplorazione con Fred Swierczynski, vi ha raggiunto i -248 metri di profondità, risultato che fa balzare Vrelo Une ai primi posti tra le più profonde sorgenti esplorate nel mondo. Anche di questa esplorazione abbiamo un breve  video, decisamente suggestivo.

Ma chi è Luigi Casati?
Leggiamo la sua biografia nel suo sito che riassumiamo per voi. Luigi Casati è nato a Lecco il 28 giugno 1964 ed iniziò il suo cammino nella subacquea a soli 14 anni, frequentando un corso di primo grado ANIS e poi PADI. La maggior parte di queste immersioni le fece al lago di Lecco e a 19 anni effettua il corso sommozzatori al COMSUBIN. Un’esperienza sicuramente importante che consolida in lui la professionalità e la passione che oggi dimostra. A 21 anni inizia a frequentare il Gruppo Speleologico Lecchese entrando nel mondo fantastico della speleologia subacquea. Il tutto nasce nel 1986 da un incontro fortuito con dei speleosub svizzeri.

casati-1

l’equipaggiamento nella speleosub è decisamente complesso e richiede un addestramento adeguato. Paolo Casati è responsabile per le sezioni Speleosub e Rebreather di PSS Technical Training.

Casati lo racconta cosi:
A causa dell’impossibilità sopravvenuta improvvisamente, di raggiungere un sifone in una grotta del varesino, gli speleologi del posto chiesero a Paolo Cesana ( presidente del nostro gruppo speleo ) se non conoscesse una valida alternativa in qualche grotta del lecchese. Detto fatto ci trovammo alla grotta di Fiumelatte per portare le attrezzature necessarie all’immersione, a Patrick Deriaz. Rimasi incredulo quando Patrick, pronto per l’immersione con 2 bombolini da 4 litri, disse che ci saremmo visti dopo 4 o 5 ore. Io, che consideravo l’immersione in grotta come un’immersione comune, scoprivo in quel momento che la possibilità di trovare ambienti aerei da esplorare oltre il sifone dava all’immersione differenti ed intriganti prospettive. Dal momento che il sifone aveva un andamento verticale, il buon Patrick riemerse poco dopo dicendo che, essendo lui alle prime armi, e preferendo non scendere oltre i -20m di profondità, sarebbe tornato una prossima volta con un amico più esperto di immersioni profonde. La settimana dopo, ecco Patrick arrivare con l’amico Jean Jacques Bolanz. Per la cronaca di allora Jean Jacques a Fiumelatte, scese a -60m di profondità per poi fermarsi di fronte ad una frattura impraticabile. Osservare questi due personaggi che in comune con me avevano la passione per l’immersione, ma che utilizzavano un approccio mentale completamente diverso, per esempio l’immersione era svolta in solitaria ed i materiali completamente adattati ad un tipo di immersione con problematiche differenti, mi diede lo stimolo di approfondire le mie conoscenze. Le nostre strade si unirono: dapprima mi applicai ad imparare tutto quello che potevo seguendo passo passo Jean Jacques, per poi iniziare a mia volta a esplorare le varie sorgenti e sifoni …”.

Questa passione lo porta a viaggiare per l’Europa in ricerca di sempre nuove esplorazioni, allargando il suo bagaglio di conoscenze in quella attività affascinante che è la speleologia subacquea. Il motore trainante è la curiosità di vedere posti che nessun uomo ha mai visto prima, essere il primo ad insinuarsi, con tutto il rispetto dovuto, in un ambiente perfettamente sconosciuto, trovando i suoi limiti personali psicologici e di resistenza alla fatica, al freddo. Come lui stesso descrive la sua passione, “La speleologia subacquea mi ha permesso di vivere emozioni intense e indescrivibili, di vedere gallerie con le forme di erosione bizzarre che non si possono immaginare, immensi vuoti completamente allagati, di vedere concrezioni (stalattiti, stalagmiti, colonne, cristalli, ecc.) sott’acqua che con i fari accesi formano giochi di luci e ombre molto suggestivi, di imparare a conoscere i piccoli animali che frequentano questo tranquillo mondo, di trovare reperti archeologici come quelli del periodo Maya nei Cenotes del Messico, oppure, in Grecia, di vedere sott’acqua in un lago sotterraneo, reperti del neolitico, di trovare ancora in Grecia, ossa di animali esistiti 35000 anni fa.”

casati-2

l’immersione a Vrelo Une

Luigi è sempre alla ricerca di nuove esplorazioni ma organizza anche Corsi PSS (Nitrox, Trimix e Cave) e Rebreather essendo, tra l’altro, responsabile per le sezioni Speleosub e Rebreather di PSS Technical Training. Inoltre è autore del “Manuale di Speleologia Subacquea” edito da Olimpia. Luigi Casati … un protagonista del mare.

 

PAGINA PRINCIPALE - HOME PAGE

print

(Visited 377 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Legenda

Legenda

livello elementare articoli per tutti

livello medio articoli che richiedono conoscenze avanzate

livello difficile articoli specialistici

Translate:

Traduzione

La traduzione dei testi è fornita da Google translator in 42 lingue diverse. Non si assumono responsabilità sulla qualità della stessa

La riproduzione, anche parziale, a fini di lucro e la pubblicazione e qualunque altro utilizzo del presente articolo e delle immagini contenute è sempre soggetta ad autorizzazione da parte dell’autore che può essere contattato tramite

infoocean4future@gmail.com


If You Save the Ocean
You Save Your Future

OCEAN4FUTURE

Salve a tutti. Permettimi di presentare in breve questo sito. OCEAN4FUTURE è un portale, non giornalistico, che pubblica articoli e post di professionisti e accademici che hanno aderito ad un progetto molto ambizioso: condividere la cultura del mare in tutte le sue forme per farne comprendere la sua importanza.

Affrontiamo ogni giorno tematiche diverse che vanno dalla storia alle scienze, dalla letteratura alle arti.
Gli articoli e post pubblicati rappresentano l’opinione dei nostri autori e autrici (non necessariamente quella della nostra redazione), sempre nel pieno rispetto della libertà di opinione di tutti.
La redazione, al momento della ricezione degli stessi, si riserva di NON pubblicare eventuale materiale ritenuto da un punto di vista qualitativo non adeguato e/o non in linea per gli scopi del portale. Grazie di continuare a seguirci e condividere i nostri articoli sulla rete.

Andrea Mucedola
Direttore OCEAN4FUTURE

Chi c'é online

10 visitatori online

Ricerca multipla

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Archeologia
Associazioni per la cultura del mare
Astronomia e Astrofisica
Biologia
Cartografia e nautica
Chi siamo
Conoscere il mare
Didattica
disclaimer
Ecologia
Emergenze ambientali
Fotografia
Geologia
geopolitica
Gli uomini dei record
I protagonisti del mare
Il mondo della vela
L'immersione scientifica
La pesca
La pirateria
La subacquea ricreativa
Lavoro subacqueo - OTS
Le plastiche
Malacologia
Marina mercantile
Marine militari
marine militari
Materiali
Medicina subacquea
Meteorologia e stato del mare
Normative
Ocean for future
OCEANO
Oceanografia
per conoscerci
Pesca non compatibile
Programmi
Prove
Recensioni
Relitti Subacquei
Reportage
SAVE THE OCEAN BY OCEANDIVER campaign 4th edition
Scienze del mare
Sicurezza marittima
Storia della subacquea
Storia Navale
subacquea
Subacquei militari
Sviluppi della scienza
Sviluppo compatibile
Tecnica
Uncategorized
Uomini di mare
Video

For English readers

 


Do you like what you read and see on our site? OCEAN4FUTURE is a free blog, totally  independent, followed by million of people every year. Although mostly written in Italian Language,  ALL posts may be read in English, and other 36 languages.


We consistently publish Ocean news and perspectives from around the World that you may don’t get anywhere else, and we want to be able to provide you an unfattered reading.

Support us sharing our post links with your friends and, please consider a one-time donation in any amount you choose using one of the donation link in the portal.

Thanks  and stay with us.

OCEAN4FUTURE

 i nodi fondamentali

I nodi fanno parte della cultura dei marinai ... su Amazon puoi trovare molti libri sul mare e sulla sua cultura :) clicca sull'immagine ed entra in un nuovo mondo :)

Follow me on Twitter – Seguimi su Twitter

Tutela della privacy – Quello che dovete sapere

Share